Sulla Torre di Guardia due bellissimi articoli sugli inattivi

Da un po’ di tempo aspettavamo che l’Organizzazione pubblicasse informazioni più specifiche sugli “inattivi” e sugli anziani/pastori. Accontentati! La Torre di Guardia (edizione per lo studio) di Giugno 2020 contiene, non uno, ma due articoli: “Ricercherò le mie pecore” e “Tornate da me”, che si studieranno nel mese di agosto.

Onestamente riteniamo che il motivo della futura trattazione sia dovuto all’amore che Geova continua ad avere per questi fratelli e sorelle. Ne siamo convinti perché lo abbiamo scritto e riscritto innumerevoli volte.

In passato abbiamo usato toni e parole forti pur di far conoscere questo aspetto poco conosciuto e poco praticato nelle congregazioni (non in tutte le congregazioni e solo da una parte degli anziani). Abbiamo posto domande e cercato in ogni modo di sensibilizzare chi di dovere sui bisogni di questi fratelli dimenticati, certamente non da Geova, da Gesù e nemmeno dallo Schiavo fedele e saggio.

Questi articoli della Torre di Guardia, che ampliano quanto scritto nell’opuscolo Ritorna a Geova, non possono che ripagare il nostro impegno e i nostri sforzi nel preparare e gestire più di mille articoli pubblicati in cinque anni. Quali sono i punti di particolare importanza messi in risalto nella Torre di Guardia?

Intanto viene fatta una cifra, anche se non dettagliata: ogni anno migliaia di TdG diventano inattivi e questo fa soffrire molto Geova. Aggiunge altre cause che in passato non sono state trattate per ovvi motivi: con il passare degli anni cambiano situazioni e circostanze, per cui sono emersi nuovi contesti che hanno spinto molti di questi fratelli ad abbandonare il popolo di Geova.

Abbiamo sempre sostenuto e scritto che c’erano altre cause da ricercare nell’abbandono della congregazione. L’opuscolo Ritorna a Geova ne menziona tre (preoccupazioni, sentimenti feriti e peccati). La Torre di Guardia ne menziona altri in maniera più specifica: farsi prendere troppo dal lavoro; figli con disabilità; figlio disassociato; depressione; contrasti con fratelli; modo ingiusto di essere trattati; accuse gravi e ingiuste con perdita di privilegi.

Un pastore israelita, preoccupato per una pecora che si è smarrita, la cerca e la aiuta a tornare nel gregge. Oggi i pastori spirituali fanno la stessa cosa.

Geova non dimentica coloro che in passato lo hanno servito ma che al  momento sono inattivi, e non dimentica neanche tutto quello che hanno fatto nel servizio (Ebrei 6:10). Tramite il profeta Ezechiele promise che avrebbe ricercato le sue pecore smarrite e le avrebbe aiutate a ritrovare la salute spirituale.

Nell’articolo di studio vengono riportati alcuni esempi di servitori del passato che per un certo periodo si allontanarono da lui e i passi che fece Geova per aiutarli.

COSA DOVREMMO PROVARE PER LE PECORE SMARRITE DI DIO?

Il seguente riquadro è una risposta alla domanda:

Nel secondo articolo sono presi in esame tre esempi che Gesù fece e che ci insegnano come aiutare chi si è allontanato da Geova. Chi può partecipare alla ricerca degli inattivi? Il paragrafo 6 risponde: Possiamo farlo tutti, che siamo anziani, pionieri, proclamatori o parenti di un inattivo, come sosteniamo noi da sempre.

Un anziano ha aiutato più di 40 Testimoni a tornare nella congregazione. Nel paragrafo 7 spiega come. Quali qualità sono necessarie per aiutare chi vuole tornare da Geova? A imitazione di Geova come Padre della parabola del figlio prodigo si devono mostrare pazienza, empatia e amore.

La maggioranza degli inattivi ha bisogno di buoni amici che li sostengano. Questi amici devono…

  • essere disposti a tenersi in contatto con loro, anche andandoli a trovare più e più volte.
  • mostrare amore sincero e rassicurarli facendo capire loro che sia Geova che i fratelli li amano.
  • essere disposti ad ascoltare con empatia, cercando di capire quali sono le loro difficoltà ed evitando di giudicarli.

Il paragrafo 18 conclude con queste parole:

Se hai smesso di partecipare alle attività della congregazione, puoi essere sicuro che Geova ti ama ancora. Lui vuole che torni da lui. Ci sono alcune cose che dovrai fare per riavvicinarti a lui. Ma ricorda che, proprio come il padre della parabola di Gesù, Geova ti sta aspettando e sarà felice di riaccoglierti nella sua famiglia.

____

Vedi anche:

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA