Posts Taggati ‘accidia’

Il peccato è nel cervello?

Perché persistiamo in un comportamento peccaminoso anche quando ce ne pentiremo? Il peccato nasce nel cervello?

Le moderne neuroscienze affermano che nel cervello umano ci sono meccanismi e inclinazioni che inducono al peccato. Altri, invece, sostengono che non esiste nessuna relazione tra peccati e cervello. Tuttavia, con l’avvento delle moderne tecniche di imaging che sbirciano nel cervello, si possono ottenere alcune informazioni sulle nostre cattive abitudini. Le ultime ricerche cognitive sostengono che quando l’impulso di peccare è forte, le reti di controllo cerebrali, che coinvolgono la parte anteriore del cervello, si attivano per soffocare l’impulso mitigandone la seduzione. È come se due schieramenti si sfidassero per spingere l’essere umano a seguire determinati comportamenti: da una parte il diabolico seduttore che spinge al peccato e dall’altra l’angelo protettivo.

Leggi Tutto Nessun Commento

«Inattivi» che peccano

Prima o poi, chi poco o chi tanto, tutti ci lasciamo sedurre da comportamenti che hanno conseguenze sfavorevoli per noi e gli altri. Come mai a volte è tanto difficile evitare il peccato?

Esistono forze (piacere e dolore) alle quali non sappiamo resistere e che ci spingono a soddisfare i nostri desideri, perseverando in un determinato comportamento, anche se sappiamo che verrà il momento in cui ce ne pentiremo. Si può peccare in un’infinità di modi, col proprio corpo o con le relazioni affettive, alienandosi da se stessi e dalla società. Esistono peccati che resistono all’usura

Leggi Tutto Nessun Commento

L’accidia nel cervello e la forza del potere

torporeeinerzia

Quando si diventa insensibili alle sofferenze altrui. (Seconda parte)

La lingua inglese presenta al meglio il significato di questo peccato capitale: sloth, che sta per accidia e per bradipo. Nella lingua italiana è una parola considerata arcaica. Anche se cancellata dal linguaggio continua a manifestarsi in molte forme. E’ una malattia che si è insinuata nella nostra società. Chi ne è colpito avverte un senso di disordine e d’illogicità dove s’intrecciano reazioni contrastanti: si detesta tutto ciò che si ha e si desidera ciò che non si possiede. La propria esistenza è vuota, noiosa, svogliata, instabile e negativa.

Leggi Tutto Nessun Commento

Accidia, la deformazione dei propri spazi spirituali

accidia

“Non siate indolenti nelle vostre faccende” – Romani 12:11. (Prima parte)

La sfortuna, a volte, coincide con l’accidia, la non volontà di agire. Sembra questo il messaggio di un disegno attribuito a Cornelis Anthonisz, che raffigura un’Allegoria della Pigrizia. La figura femminile indossa un abito lacero e appoggia il volto a una mano, mentre con l’altra tiene un’anguilla, le cui movenze e la pelle viscida alludono all’instabilità. Sullo sfondo si notano le rovine di una città in fiamme, un bestiame morente, una nave non in grado di veleggiare. Alludono a disgrazie o ad avvenimenti imprevisti che condizionano negativamente le vittime al punto di non curarsi più della propria vita. Gli oggetti trascurati e rovinati, sparsi per terra in modo disordinato, sono un’indicazione di questa tragica combinazione.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA