Posts Taggati ‘cervello’

Una barra di metallo gli trapassò il cranio e Phineas Gage diventò un altro

Gli scienziati che studiano il cervello sostengono che il carattere, la capacità e il comportamento siano “alloggiate” nella nostra testa. Per dare forza a questa tesi citano il caso di Phineas Gage, un impiegato ferroviario, che nel 1848, a seguito di un’esplosione, una barra metallica gli trapassò una parte del cranio. Inizialmente Gage si riprese dall’incidente come se nulla fosse successo, mostrando inalterate le sue facoltà. In seguito, l’educato e gentile Phineas, iniziò a comportarsi in modo sgarbato, aggressivo e irrispettoso, come se in poco tempo fosse diventato un’altra persona.

Leggi Tutto Nessun Commento

La disassociazione altera la psiche?


Una ricerca californiana sostiene che l’isolamento protratto sui mammiferi, esseri umani compresi, altera il comportamento e induce alla depressione.

I ricercatori, attraverso una serie di esperimenti sui topi, hanno osservato che l’isolamento sociale protratto per almeno due settimane induce cambiamenti duraturi nel comportamento – maggiore aggressività nei confronti di topi sconosciuti, paura persistente e ipersensibilità alle minacce – rispetto agli esemplari che avevano avuto solo un isolamento breve o nessun isolamento.

Leggi Tutto Nessun Commento

Perché alcune cose le ricordiamo e altre le dimentichiamo?

A volte siamo senza memoria e altre volte ci ricordiamo fin troppo bene dei fatti che caratterizzano la nostra vita cristiana. Senza la memoria non potremmo muoverci, pensare e parlare. Non potremmo nemmeno pianificare il nostro futuro. La memoria è determinante in tutto, persino per la nostra identità.

Per rispondere alla domanda iniziale è necessario fare chiarezza su cosa sia la memoria. Non è una memoria da computer, cioè un hard disk, capace di immagazzinare una quantità di informazioni così come vengono inserite e poi riprese nello stesso modo. Il cervello umano non solo ha la capacità di contenere infinite informazioni, ma è in grado di elaborarle e di farle ritornare alla mente in maniera diversa da quando furono registrate la prima volta.

Leggi Tutto Nessun Commento

Perché piace parlare più di aspetti negativi e meno di quelli positivi?

Abbiamo tutti una mente negativa che memorizza di più gli eventi traumatici e le debolezze altrui rispetto alle cose positive, condizionando il nostro giudizio e le nostre scelte.

Sin da piccoli impariamo quando una cosa è male e quando è bene. E quando bene e male si equivalgono, siamo spinti a scegliere il male. Le esperienze negative hanno il potere di plasmare la nostra mente e di ricordarle più delle esperienze felici. Si ricordano di più i problemi e i dissidi tra fratelli che le cose buone vissute insieme. Basta stare un po’ di tempo sui social per rendersi conto quante considerazioni negative sono fatte sulla nostra religione. Questo succede perché, oltre ad avere un impatto maggiore sugli altri, le informazioni negative sono elaborate in modo più approfondito.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA