Posts Taggati ‘conoscenza’

Presentazione della Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture

Recentemente è stata presentata la nuova Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture ai Testimoni di Geova italiani. E’ stata accolta con entusiasmo, lunghi e scroscianti applausi. Ci chiediamo se sarà letta, approfondita o se sarà oggetto di studio personale da parte di ogni proclamatore.

“E’ emozionante avere l’ultima edizione riveduta”, ha affermato J. R. Brown, portavoce dei Testimoni di Geova presso la loro sede mondiale. “Il nostro obiettivo è quello di rendere le Sacre Scritture comprensibili a tutti, usando un linguaggio moderno, dignitoso e accurato”.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il fanatico e il diplomatico

Solo Cristo può affermare di essere la verità. Per questo motivo, i suoi discepoli devono mostrare umiltà verso la verità. Invece, il credente fanatico e intollerante crede di essere il possessore della verità, cioè di Cristo e pensa che tutti gli altri sono in errore.

TIPI STRANI IN CONGREGAZIONE. Siamo nella verità solo nella misura in cui la riceviamo da Dio e a Dio ci affidiamo. L’umile si rende conto dei propri errori, della sua parziale ignoranza ed è continuamente alla ricerca di una luce maggiore che non induca gli altri in errore. L’integralista intollerante identifica la sua conoscenza imperfetta con la verità. E’ un avversario irriducibile della verità. Il fanatico mette mano alla spada, condanna al rogo, escogita mezzi di pressione per piegare quanti non la pensano come lui. Per il fanatico, chi ha un’opinione diversa dalla sua è in errore. E l’errore è contro la verità, perché la verità non può sbagliarsi. Confonde quindi l’errore con l’errante, cioè con colui che ricerca la verità con sincerità di cuore. Il fanatico non è soltanto un presuntuoso ma anche un miscredente nella misura in cui non crede nella potenza di Cristo. Denigra coloro che hanno progetti di riforma.

Leggi Tutto Nessun Commento

Nelle controversie Gesù ci dice di usare la testa

“Come mai dicono che il Cristo è figlio di Davide. Poiché Davide stesso dice nel libro dei Salmi: ‘Geova ha detto al mio Signore: “Siedi alla mia destra finché io ponga i tuoi nemici a sgabello dei tuoi piedi”’. Davide, perciò, lo chiama ‘Signore’; com’è dunque suo figlio?” (Luca 20:41-44)

Gesù conosceva molto bene le Scritture. Le parole riportate in Luca, grazie alla forza degli interrogativi che intrigano e fanno pensare, provocano negli ascoltatori una riflessione, in particolare ai maestri della Legge. E’ agli scribi, attenti distillatori di ciò che è bene e male, esperti della Parola di Dio, che Gesù fa appello alla loro intelligenza. Usando la ragione, proprio loro avrebbero dovuto identificare il messia in Gesù. In realtà, la loro conoscenza si arenò in un vuoto verbalismo senza anima.

Leggi Tutto Nessun Commento

I fiori dipinti non crescono

“Poiché se queste cose esistono in voi e traboccano, faranno sì che non siate né inattivi né infruttuosi”.

A cosa si riferisce l’apostolo Pietro quando scrisse le parole riportate sopra? (2 Pt 1:8) Nel vs 10, Pietro incoraggia a “fare tutto il possibile per rendere sicura la chiamata ed elezione”. Per divenire partecipi della “natura divina”, Dio “ha dato gratuitamente tutte le cose che concernono la vita e la santa devozione”. E lo ha fatto “per mezzo dell’accurata conoscenza” riguardo a Gesù. Per questa ragione, i primi cristiani dovevano compiere ogni premuroso sforzo, per non diventare inattivi o infruttuosi, coltivando e facendo crescere qualità come: fede, virtù, conoscenza, padronanza di sé, perseveranza, santa devozione, affetto fraterno e amore. (2 Pt 1:1-11)

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA