Posts Taggati ‘corpo direttivo’

Non stanchiamoci!

Chi non si arrende a suo tempo raccoglierà frutti di qualità. (Galati 6:9)

Con il passare degli anni, molti fratelli accrescono il loro entusiasmo per la verità. Per altri, invece, la passione di un tempo si affievolisce giorno dopo giorno. Il problema della stanchezza non è una novità, perché anche nel I secolo, i cristiani ebrei furono esortati da Paolo a non stancarsi. (Ebrei 12:3)  In congregazione possiamo scontrarci con personalità differenti che parlano in modo sconsiderato e che possono minare il nostro equilibrio.

Leggi Tutto Nessun Commento

Incapaci di penitenza

san-pietro-penitente-guido-reni

L’incapacità alla penitenza è spesso la conseguenza della presunzione.

La convinzione di essere lo Schiavo fedele e discreto, l’unico mezzo umano con il quale Cristo dispensa le sue verità e l’unico canale che riconosce come guida visibile per i suoi discepoli, porta il Corpo direttivo a una spropositata considerazione di sé e a una mancanza di autentica discussione. Lo dimostrano le varie pubblicazioni con articoli unidirezionali che non lasciano spazio critico a pensieri diversi e che assopiscono i contrasti e oscurano le opinioni divergenti. Manca la capacità di discutere in modo sereno e responsabile senza essere guardati con sospetto o tacciati di apostasia.

Leggi Tutto Nessun Commento

Quando non si è d’accordo con una certa autorità

fare-a-pugni

Ogni tanto qualcuno si chiede, come ci si possa dichiarare testimone di Geova, nonostante il disaccordo con i vertici su alcuni aspetti teocratici-organizzativi.

La congregazione cristiana è la comunità dei testimoni di Geova e chi si dichiara tale vi appartiene. Parecchi sono nati da famiglie Testimoni e in esse vi vogliono rimanere. I loro genitori e alcuni cari fratelli gli hanno trasmesso un valido esempio di vita cristiana. Conoscono molti fratelli veramente spirituali che

Leggi Tutto 6 Commenti

«Mammolette?»

mammoletta

«Non ci sono più i fratelli e le sorelle di una volta», ammettono con rammarico quelli delle generazioni passate. «E meno male!» ribattono i giovani Testimoni.

Li chiamano i Millenials e usano creme idratanti, sono fanatici della manicure, si liposucchiano, si cyclettano, si palestrano, si depilano e per avere le sopracciglia perfette diventano i clienti più affezionati dei centri estetici. Sono rasati ai lati, con il ciuffo superiore alto e con la barba meno lunga dei patriarchi del Vecchio Testamento. Hanno le idee chiare in fatto di bellezza, un po’ meno in cose pratiche. Non sanno cambiare una ruota, montare un mobile Ikea, riparare un rubinetto che perde, rifare il letto, usare la lavatrice.

I Millenials hanno acquisito una delicatezza femminile. Scordatevi di vedere in loro la forza tipica di un boscaiolo o la capacità di un idraulico. In una società più tecnologica e meno fisica di un tempo, è difficile stabilire quale sia il confine tra maschile e femminile. Colpa in parte del femminismo e delle sue pretese. Avete voluto la parità dei sessi? E pari siete! I veri uomini, che al momento del bisogno arrivavano con la cassetta verde degli attrezzi sono quasi del tutto spariti, almeno nelle città. Oggi si rimpiange una forza maschile, in passato molto criticata. E’ difficile tornare indietro. Non ci sono più gli uomini di una volta, con la chiave inglese a portata di mano o il cacciavite nella tasca della camicia. E nemmeno le donne di una volta con il cesto della frutta in testa o della giara con l’acqua. Chi ha allattato i Millenials ha trasmesso più fermenti femminili che ormoni maschili.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA