Posts Taggati ‘Davide’

Chi CREDE SPERA nel ritorno

Sperare e credere sono due sfaccettature dell’amore, trattate nel simposio: Non dimentichiamo che l’amore… crede in ogni cosa e spera in ogni cosa, durante il congresso 2019.

L’oratore, dopo aver letto la scrittura di 1 Corinti 13:7, ha sottolineato quanto sia importante non mettere in dubbio i motivi degli altri. Davide non mise mai in dubbio i motivi di Gionatan. Infatti, gli salvò la vita e lo protesse in diverse occasioni. In un’altra circostanza il re Davide fece un patto di pace con Abner, comandante dell’esercito di Saul. Gioab la pensava diversamente da Davide, lui odiava Abnner e con un inganno lo assassinò.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il coraggio, la chiave per superare il problema della lontananza

Il coraggio è lo strumento che ci permette di affrontare serenamente gli ostacoli della lontananza ed essere in pace con noi stessi.

Di lui si dice che da giovane pascolava il gregge di suo padre e quando un leone o un orso cercava di aggredire le sue pecore, lui li rincorreva, li colpiva e gli strappava dalle fauci la preda. E se gli animali feroci si rivoltavano contro di lui, li afferrava per le mascelle e li ammazzava con coraggio. (1 Samuele 17:34-36)

Leggi Tutto Nessun Commento

Nelle controversie Gesù ci dice di usare la testa

“Come mai dicono che il Cristo è figlio di Davide. Poiché Davide stesso dice nel libro dei Salmi: ‘Geova ha detto al mio Signore: “Siedi alla mia destra finché io ponga i tuoi nemici a sgabello dei tuoi piedi”’. Davide, perciò, lo chiama ‘Signore’; com’è dunque suo figlio?” (Luca 20:41-44)

Gesù conosceva molto bene le Scritture. Le parole riportate in Luca, grazie alla forza degli interrogativi che intrigano e fanno pensare, provocano negli ascoltatori una riflessione, in particolare ai maestri della Legge. E’ agli scribi, attenti distillatori di ciò che è bene e male, esperti della Parola di Dio, che Gesù fa appello alla loro intelligenza. Usando la ragione, proprio loro avrebbero dovuto identificare il messia in Gesù. In realtà, la loro conoscenza si arenò in un vuoto verbalismo senza anima.

Leggi Tutto Nessun Commento

Quando sono i «reni» a correggerci

«Durante la notte i miei reni mi hanno corretto». – Salmo 16:7

Sia la parola ebraica tradotta reni che quella greca, usate in senso simbolico, si riferiscono agli aspetti più nascosti della personalità. Trovandosi nella parte più interna del corpo, i reni, rappresentano i pensieri più intimi e le emozioni più profonde. Geova, quale Creatore, conosce bene la costituzione dei reni, ecco perché è in grado di scrutarli. Per farlo si serve anche della sua Parola come nel caso di Davide.

I consigli di Dio toccavano in profondità il re Davide, correggendo i suoi pensieri e le sue emozioni, anche quelli più bui come la notte. Le parole di Geova così ben radicate, erano entrate talmente in profondità nella personalità di Davide che non era necessario che un altro lo correggesse. La Parola di Dio lo induceva ad auto correggersi.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA