Posts Taggati ‘dio’

Dio ti attende con pazienza

Nell’attesa di una persona cara o di una buona notizia, il tempo si arresta e ricomincia a contare solo quando l’attesa si è realizzata.

Devi solo acconsentire, devi solo lasciare che Geova agisca in te. Che si impadronisca della tua anima come ha fatto in passato, che possa imprimere in profondità il marchio del suo amore. Lascia che la sua luce risplenda nell’oscurità.

Leggi Tutto Nessun Commento

Distacchi

soffione

Per distacco, in genere, ci si riferisce alla perdita di una persona cara. In realtà, i rapporti umani sono soggetti a molte separazioni.

La nostra nascita è il primo legame che si spezza dal corpo di nostra madre. Da allora in poi ogni tappa percorsa è un distacco che ci indica con chiarezza e a volte con dolore come questi cambiamenti fanno parte della nostra vita, sono universali e necessari per crescere e confrontarci con la realtà. Non è nella natura umana abbandonare e lasciare andare via senza provare emozioni. Prendere coscienza di queste reazioni aiuta a comprendere non solo quello che stiamo facendo, ma anche a fare scelte consapevoli.

Leggi Tutto Nessun Commento

Cerco Dio nel mio mondo, ma è lui a cercarmi nel suo universo

cercare dio nell'universo

Un inattivo ci scrive.

Quando alzo gli occhi e vedo l’universo meravigliosamente disposto e regolato da certe leggi senza minimamente comprenderle, non posso che constatare l’esistenza di una forza che lo muove, uno spirito immensamente superiore, di fronte al quale mi sento polvere sulla bilancia dell’eternità. Non posso che rimanere meravigliato di grande meraviglia di questo Spirito che rivela le sue qualità nei minimi dettagli, senza che io, intelligenza fragile, possa comprendere una benché infinitesima parte di questo sconosciuto, immenso e maestoso spazio cosmico.

Leggi Tutto Nessun Commento

Chi guarda le finestre di Dio non si annoia mai, anzi è felice.

Il Sole 24 Ore di oggi (domenica 18 settembre 2016) pubblica un estratto dal libro “La lentezza” di Milan Kundera. L’articolo, dal titolo Dove sono finiti gli eroi che guardano le finestre di Dio? si chiede quali siano le cause che hanno fatto scomparire il piacere della lentezza di un tempo.

***

Una macchina cerca di sorpassarlo a velocità sostenuta come un rapace attende al varco una preda. L’automobilista sorpassato e la moglie, seduta a fianco, si chiedono come mai tutti questi pazzi, quando guidano a folle velocità non hanno mai paura. “La velocità è la forma di estasi che la rivoluzione tecnologica ha regalato all’uomo”, si legge nell’articolo. In altre parole, chi sfreccia ad alta velocità si estranea dal tempo come se fosse in uno stato di ebbrezza. In questo stato di eccessiva euforia, delega il potere di produrre velocità a una macchina. Si dimentica così del suo corpo, degli altri e del mondo che lo circonda. Non ha paura del passato e del futuro, ora è concentrato soltanto sul presente in un corpo immateriale, fatto soltanto di velocità allo stato puro.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA