Posts Taggati ‘disassociati’

Esprimere forza e intensità spirituale pur non essendo attivi o approvati

Alcuni sono convinti che chi non è un membro attivo nella propria religione o è stato allontanato o che vive in maniera contraria all’etica morale, non possa esprimere un maggiore sentimento spirituale di chi è invece un attivo cristiano.

L’arte ci insegna molto al riguardo. Artisti famosi hanno lasciato opere di grande impatto religioso, nonostante non fossero persone rette o approvate dalla Chiesa. Uno di questi è Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, una vita costruita sugli eccessi e sulla sregolatezza. Dotato di una forte personalità e di una “vocazione” quasi naturale per i guai, animo inquieto, morto giovane. I suoi capolavori vanno di pari passo con le risse di ogni giorno. Personaggio eccentrico che incuteva paura per le sue passeggiate notturne presso luoghi malfamati della città di Roma, armato di spada e pugnale. La sua casa abituale era la prigione da cui entrava e usciva, a volte per motivi futili. A causa di un omicidio, divenne un fuggiasco, condannato alla pena capitale, omicidio che gli provocò un profondo stato di malessere psichico. Una vita turbolenta, quella del Merisi, sotto tutti i punti di vista.

Leggi Tutto Nessun Commento

Dio degli scarti

Una lettura tra gli ultimi della Bibbia

In questi giorni fra i media non si fa che parlare della vicenda di un giovane molto conosciuto, che a causa di un grave incidente era rimasto immobilizzato e che per alcuni anni ha vissuto le sue sofferenze su di un letto. Deciso a farla finita con una vita impossibile, si è sottoposto ad eutanasia affinché potesse avere una morte dignitosa. Questa decisione ha scatenato numerose polemiche, da una parte chi sostiene che bisogna lottare fino in fondo e chi invece vuole porre un fine alla propria vita in modo sereno e assistito, in particolare quando il limite di sopportazione è tale da non farcela più a vivere. Chi è contro l’eutanasia definisce questa pratica: la cultura dello scarto.

Leggi Tutto Nessun Commento

Incapaci di penitenza

san-pietro-penitente-guido-reni

L’incapacità alla penitenza è spesso la conseguenza della presunzione.

La convinzione di essere lo Schiavo fedele e discreto, l’unico mezzo umano con il quale Cristo dispensa le sue verità e l’unico canale che riconosce come guida visibile per i suoi discepoli, porta il Corpo direttivo a una spropositata considerazione di sé e a una mancanza di autentica discussione. Lo dimostrano le varie pubblicazioni con articoli unidirezionali che non lasciano spazio critico a pensieri diversi e che assopiscono i contrasti e oscurano le opinioni divergenti. Manca la capacità di discutere in modo sereno e responsabile senza essere guardati con sospetto o tacciati di apostasia. Il convincimento di essere la futura Sposa di Cristo, identificarsi come i futuri re e sacerdoti del Regno e governare con Cristo nei cieli per mille anni e tutta una serie di riferimenti scritturali applicati a se stessi e alla propria storia, hanno convinto il Corpo direttivo, che tutte queste “prove” sono più che sufficienti ad avere un’immagine di sé quasi perfetta come classe.

Leggi Tutto Nessun Commento

Dicono di amarti e ti criticano

pecora-nera

L’effetto pecora nera

Si dice che in ogni famiglia c’è sempre una pecora nera, riferito a quel familiare che non segue la tradizione e le abitudini, non condivide gli interessi e non si lascia facilmente addomesticare. Anche all’interno della congregazione quando qualcuno recalcitra, viene considerato una pecora nera. Alcuni affibbiano questa etichetta ai disassociati e agli inattivi. In realtà, molto spesso, più che pecora nera è un “capro espiatorio”. Ci sono alcuni che proiettano sulla “pecora nera” tutti i loro mali. Rivedono in essa una serie di atteggiamenti repressi ma ancora latenti. Rivederli nella pecora nera è come rivivere un passato che per loro è stato traumatizzante e per difendersi da se stessi reagiscono con la “pecora nera” in maniera scomposta.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA