Posts Taggati ‘ecclesiaste 7:16’

Ne sutor ultra crepidam

«che il calzolaio non giudichi più in su della scarpa»

È una frase latina utilizzata per indurre a stare zitti coloro che tendono ad argomentare materie di cui non hanno nessuna competenza.

La frase originale è una raccomandazione rivolta da Apelle, pittore greco, a quel ciabattino che, avendo giustamente criticato un difetto nella raffigurazione dei sandali in un quadro dello stesso Apelle, voleva poi, forte di questo successo, criticare anche il resto. La frase è divenuta comune per sottolineare, o rimproverare, l’inopportunità di parlare e giudicare di cose di cui non ci s’intende. (Treccani)

Leggi Tutto Nessun Commento

Sentirsi troppo sicuri rende vulnerabili

Eppure la vulnerabilità è per certi versi preferibile all’eccessiva sicurezza di sé.

Nonostante l’uomo tenda a respingere l’idea di essere vulnerabile, per comprendere certi aspetti della natura umana, bisogna accettare le imperfezioni, anziché vergognarsene. La vulnerabilità ci fa sentire umanamente vivi. Quali aspetti rendono vulnerabili i cristiani? Sono diversi, ad esempio: la solitudine perché porta ad accettare l’amicizia di chiunque; rilassarsi e abbassare la guardia in campo morale; sentirsi inutili e insignificanti; vivere una vita disorganizzata; perdere la fiducia in Geova; soffrire di problemi fisici ed emotivi; essere umiliati e trattati senza dignità e rispetto; un vuoto emotivo matrimoniale. Tutti sono vulnerabili nella fede, nessuno escluso. Nemmeno in congregazione.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA