Posts Taggati ‘emmaus’

PERCEPIRE E RICONOSCERE IL VALORE DI QUALCOSA

Uno scritto che “prende” per la profondità della cronaca, scritto con dovizia di particolari, mai superficiale e raccontata non da un teologo di professione ma da un giornalista.

Un racconto che incuriosisce. Un incontro in incognito tra due discepoli e uno sconosciuto viandante, loro compagno di viaggio, di un tragitto poco più di 11 chilometri di distanza tra questo piccolo villaggio e la Città di duplice pace, peraltro sconvolta in quei giorni da avvenimenti tanto straordinari quanto tragici.

Leggi Tutto Nessun Commento

IL DOLORE INUTILE

Come evitarlo

Quando hai accettato di dedicarti a Dio e scegliere di vivere volontariamente in una comunità dei testimoni di Geova, eri consapevole del rischio che un giorno avresti potuto prenderti una scottatura. Nel corso degli anni hai visto diversi fratelli cambiare idea e andarsene dalla congregazione. Qualcuno è ritornato, altri non hanno fatto più ritorno. Hai vissuto momenti facili e altri difficili. Alcuni li hai affrontati e superati, altri ancora no. Sono sospesi. Non eri preparato come ti aspettavi a queste disavventure. Non immaginavi nemmeno che questo capitasse anche a te. Ora provi dolore e tanta delusione. Cos’è successo?

Leggi Tutto 5 Commenti

Ripartire da Emmaus

Ieri sera, in un incontro di parrocchia, ho sentito per l’ennesima volta la domanda: Ma noi cosa facciamo per i lontani  [gli inattivi], per quelli che non vengono in chiesa? Come possiamo dire che siamo Chiesa se non viviamo “la missionarietà” a cominciare dalla nostra parrocchia? 

Questa domanda suscita sempre un certo disagio, fa venire a galla tra i membri del Consiglio Pastorale un segreto malessere, come sensi confusi di colpa.

Anch’io mi lascio prendere dall’impazienza e rispondo istintivamente: ma di questo abbiamo trattato ampiamente nella lettera Partenza da Emmaus! Tuttavia mi tocca aggiungere: è anche vero che questa lettera è stata la meno capita. 

Leggi Tutto Nessun Commento

Tornare indietro. Da chi?

emmaus due discepoli

“Corriamo decisamente la corsa che Dio ci propone”. – Ebrei 12:1. (PS)

Il premio per i vincitori è guardare avanti, ambire alla meta e non fermarsi di fronte a nulla. Chi cade deve rialzarsi, deve proseguire, anche se arriva ultimo. Quello che conta è il traguardo. Per il cristiano, se va avanti, il premio è la vita eterna, se torna indietro il premio è la sconfitta, che sa di frustrazione, rabbia, amarezza, rimpianto.

Leggi Tutto 4 Commenti

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA