Posts Taggati ‘fratello lontano’

Quando Dio ci chiede di scendere dalla barca in tempesta

E quasi l’alba e un forte vento contrario agita le acque del mare tanto che gli apostoli remano con fatica. Gesù scende dalla montagna e cammina verso di loro sul mare in burrasca. Gesù sembra passare oltre e, quando lo vedono, i discepoli gridano sconvolti: “E’ un’apparizione!”. Gesù li rassicura dicendo di essere lui e di non aver paura. Pietro riceve il consenso di Gesù per andare da lui. A questo punto Pietro scende dalla barca e va verso Gesù camminando davvero sull’acqua. Ma guardando il turbine, ebbe timore e, avendo cominciato ad affondare, gridò: “Signore, salvami!” Tendendo immediatamente la mano, Gesù lo afferrò, dicendogli: “Uomo di poca fede, perché hai ceduto al dubbio?” (Matteo 14:24-34)

Leggi Tutto Nessun Commento

La canna che non si spezza e il lucignolo che non si spegne

Fuori tempo massimo?

 Dopo aver vissuto attivamente per molti anni tra i testimoni di Geova, l’esperienza dell’inattività è un’occasione per riflettere sulla superficialità del cristianesimo contemporaneo. Dopo il battesimo, cresciamo e affrontiamo prove che ci aiutano a riflettere sulle parole di Gesù riguardo alla nostra condizione di “canna rotta” e di “lucignolo fumante”. (Mat 12:20) Il peccato non ci abbandona mai, c’è sempre un residuo di corruzione nel nostro cuore. Le prove possono indebolirci o renderci forti. E’ in questi momenti che la misericordia di Dio si rinnova. Ma è anche in questi momenti di prove e tentazioni, quando si è ancora parte attiva della congregazione, che ci si rende conto di essere simile a una canna rotta. Dopo molti anni di inattività, alcuni non si sentono più una canna rotta né un lucignolo fumante. Anzi, si sentono un altro, cui è difficile dare una connotazione: non una persona del mondo e nemmeno il Testimone di un tempo. Spesso ti chiedi chi sei senza trovare una risposta. Un ibrido, un metacristiano, un enigma? Cosa in realtà sei? Eppure, non hai mai perso la fede in Dio e a modo tuo stai combattendo contro forze oscure che vogliono abbatterti.

Leggi Tutto Nessun Commento

Le bende di Lazzaro

“Lazzaro, vieni fuori!” E lui venne fuori con tutte le bende addosso.

Lazzaro “venne fuori con i piedi e le mani avvolti ancora in fasce, e il viso avvolto in un panno”. Uscì, quindi, dalla tomba col viso ancora avvolto nel sudario e il corpo arrotolato di bende. Impossibilitato a sciogliersi da solo le bende, Gesù disse ai presenti: “Scioglietelo e lasciatelo andare”. (Giov 11:44)

Lazzaro esce dal sepolcro come una mummia e ha bisogno che qualcuno lo aiuti a liberarsi dalle bende. Gesù comanda ai presenti di aiutare Lazzaro a togliersi le bende di dosso e a lasciarlo andare. Gesù non compie tutto da solo, affida a persone che amavano Lazzaro il completamento del miracolo.

Leggi Tutto Nessun Commento

“Sanno quando è tempo di tornare”

Dio diede agli uccelli migratori la saggezza istintiva riguardo alle stagioni e all’uomo la capacità di comprendere i tempi.

Gli uccelli con i loro comportamenti hanno tanto da dirci. Secondo la Bibbia, la cicogna conosce il suo tempo di migrazione. E’ come se avesse un orologio incorporato che le fa scattare la spinta a tornare nei luoghi dove in estate nidificherà. Ciò che invece permette all’uomo di capire il significato dei suoi tempi è la conoscenza di Dio. (Luca 12:54-56)

RITORNATE A SERVIRE GEOVA SENZA RIMPIANTI

Ci sono cose delle quali ci rammarichiamo e che, col senno di poi, faremmo diversamente. Il rammarico ci porta a provare un senso di dispiacere per ciò che si è fatto o che forse si è mancato di fare. Alcuni che

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA