Posts Taggati ‘inattivi’

Tristezza addio

Hanno ragione gli strizza cervelli. E’ colpa del nostro atteggiamento mentale se siamo tristi in continuazione. Lo siamo perché ci lasciamo influenzare dalle cose esterne. Rincorriamo modelli irraggiungibili e ciò che possiamo facilmente raggiungere lo scartiamo. Gli unici felici sono quelli che lo sono interiormente e che si sentono appagati dalle loro attività.

Siamo i peggior nemici di noi stessi. Ci paragoniamo troppo agli altri e alle cose che possiedono. Nessuno ci impone di essere infelici e tristi. E nessuno può impedirci di essere felici e contenti. Vuoi essere felice? Pensa meno a te stesso e più agli altri. A dirlo è stato Gesù e se non ci credi leggilo in Atti 20:35 “Ricordatevi delle parole del Signore Gesù, che disse: ‘C’è più felicità nel dare che nel ricevere’”.

Leggi Tutto Nessun Commento

E’ LA TUA BATTAGLIA NON ABBANDONARLA

Nel gergo militare, il fronte è il punto d’incontro con il nemico, dove una delle due parti schierate tenta di prendere possesso della posizione del fronte dell’avversario. Il “fronte” non è soltanto un termine bellico. Ogni cristiano, nella vita di ogni giorno, ha il suo fronte di battaglia. E’ il luogo dove incontra la paura, dove arranca, soffre e si misura con le avversità.  Il nemico è potente e invisibile, si serve di uomini malvagi e delle debolezze umane per attuare le strategie di vittoria e per spezzare le resistenze del cristiano. 

In ogni strategia bellica, per la vittoria sono fondamentali diversi fattori: la sorpresa, la preparazione, l’addestramento, la dotazione di armi efficaci, il coraggio e la resistenza. E’ nella battaglia che il cristiano si sente vivo. E’ sul fronte della vita che impara a soffrire, a stringere amicizie fraterne, a conoscere i suoi commilitoni cristiani, a compiere gesti sensati. Qui si scopre, oltre alla durezza della guerra, anche il vero amore e il senso della battaglia. Inoltre i migliori amici, quelli che si sostengono a vicenda e si fanno forza, si trovano in prima linea.

Leggi Tutto 8 Commenti

Fratelli minori

Nell’ immaginario collettivo dei testimoni di Geova, l’aggettivo “minore” squalifica il sostantivo “fratello” perché dà al vincolo della fratellanza un’etichetta negativa. Nonostante ciò, gli inattivi, nella vita teocratica, vengono visti come dei fratelli “minori”, a volte dei “minorati”.

 Chiamarsi “fratelli” e “sorelle” è una caratteristica tipica dei tdG. Nessuno si sogna di chiamare l’altro “fratello minore” o “fratello maggiore”. Tutti sono uguali, nessuno maggiore, nessuno minore. Come disse Gesù: “Chi agisce da capo sia come uno che serve”. (Luca 22:26) Anzi, a voler essere ancora più espliciti, la Bibbia dice di “considerare gli altri superiori” a noi (Flp 2:3). Non tutti i tdG la pensano così. Per alcuni di questi, il concetto di “minorità” è applicabile agli inattivi, cioè a quei fratelli lontani che non predicano più la Buona Notizia del Regno.

Leggi Tutto Nessun Commento

Esprimere forza e intensità spirituale pur non essendo attivi o approvati

Alcuni sono convinti che chi non è un membro attivo nella propria religione o è stato allontanato o che vive in maniera contraria all’etica morale, non possa esprimere un maggiore sentimento spirituale di chi è invece un attivo cristiano.

L’arte ci insegna molto al riguardo. Artisti famosi hanno lasciato opere di grande impatto religioso, nonostante non fossero persone rette o approvate dalla Chiesa. Uno di questi è Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, una vita costruita sugli eccessi e sulla sregolatezza. Dotato di una forte personalità e di una “vocazione” quasi naturale per i guai, animo inquieto, morto giovane. I suoi capolavori vanno di pari passo con le risse di ogni giorno. Personaggio eccentrico che incuteva paura per le sue passeggiate notturne presso luoghi malfamati della città di Roma, armato di spada e pugnale. La sua casa abituale era la prigione da cui entrava e usciva, a volte per motivi futili. A causa di un omicidio, divenne un fuggiasco, condannato alla pena capitale, omicidio che gli provocò un profondo stato di malessere psichico. Una vita turbolenta, quella del Merisi, sotto tutti i punti di vista.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA