Posts Taggati ‘inattività’

La timidezza è la grande forza dei deboli

Le persone chiuse, silenziose e implacabili, impiegano più tempo e più fatica degli altri ma centrano sempre l’obiettivo

Titolo e sottotitolo sono di Libero del 6 agosto 2020, mentre l’articolo è a firma del direttore Vittorio Feltri, che con la sua originalità e solita ironia scrive pregi e difetti delle persone timide. (Vedi articolo in basso)

Si calcola che al presente circa metà della popolazione manifesta timidezza quando si relaziona con altri individui. Paradossalmente, la tecnologia ci consente da una parte di evitare conversazioni imbarazzanti vis-à-vis e dall’altra fa diventare più timidi.

Leggi Tutto Nessun Commento

Lascia dormire chi vuole dormire

“… è già l’ora di svegliarvi dal sonno”. — Romani 13:11.

Le frasi del titolo e del sottotitolo sono in antitesi: una indica la scelta di chi non vuole svegliarsi dal sonno e l’altra incoraggia a svegliarsi dal sonno spirituale. Di solito quando si dorme non si svolge nessuna attività, mentre chi dorme spiritualmente può anche essere molto indaffarato, ma non necessariamente in attività spirituali.

Leggi Tutto Nessun Commento

La speranza degli uomini vuoti

Gli uomini vuoti è una poesia di Thomas Stearns Eliot, uno dei più grandi poeti del secolo scorso.

In genere, la grandezza di un poeta è determinata dal modo come concepisce il suo tempo e da come riesce a esprimerlo in versi. Il riferimento è al Novecento, il secolo della crisi, dell’ansia, di una visione per niente sacra del mondo. Il testo, preparato in tre stesure e formato da cinque sezioni, è stato completato nel 1925.

La prima sezione, una delle più significative, rappresenta gli uomini di una “terra desolata” come vuoti e impagliati. Il poeta descrive la condizione di vita apparente degli uomini vuoti come figure senza contorno, ombre senza colore, forza senza energia, gesti senza movimenti.

Leggi Tutto Nessun Commento

Ma la «verità» ci emoziona ancora?

Oppure abbiamo permesso che alcune emozioni, invece di farci progredire, abbiano bloccato la nostra crescita spirituale e in certi casi spinto alcuni all’inattività?

 La maggioranza degli studi sostiene che solo dopo i sei mesi di vita i bambini cominciano a provare delle vere emozioni. La prima è la gioia, poi la collera, infine paura e tristezza, mentre le emozioni sociali, come vergogna, imbarazzo, gelosia, invidia, colpa, si manifestano più tardi.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA