Posts Taggati ‘inattivo’

RAVVIVAMI DI NUOVO

“Anche se mi hai fatto conoscere dolori e sventure, ravvivami di nuovo; tirami fuori dalle profondità della terra”. (Salmo 71:20)

Un fratello, pioniere da molti anni, ebbe dei dubbi su qualche insegnamento biblico. Disponibile ad avere chiarimenti, a un certo punto disse di non ritenere soddisfacenti le risposte che riceveva. Rinunciò ai suoi privilegi di servizio, e ben presto si allontanò dalla congregazione. Questo fratello, purtroppo, non è l’unico a ragionare in questo modo. Cosa spinge alcuni che si erano dedicati a Dio a smettere di impegnarsi attivamente? Forse lo scoraggiamento, i problemi di salute o altri fattori hanno affievolito il loro zelo

Leggi Tutto Nessun Commento

Perdersi per sentirsi bruciare nell’amore di Dio

Dalle storie che riceviamo, quasi tutte dicono che nella perdizione, molti fratelli e sorelle lontane, hanno sentito bruciare le mani di Scritture. Sono scesi nelle profondità del loro spirito e hanno trovato le fiamme di Iah ardere dentro. Pubblichiamo una di queste storie scritta da un fratello “lontano”, dove esprime i suoi sentimenti sulla sua condizione spirituale e che rispecchia quella di molti altri “inattivi”. Le parole virgolettate sono prese dal Cantico dei Cantici. 

Là dove le «espressioni di tenerezza sono migliori del vino», un vessillo dell’amore tenero di Dio fa sentirci «come un asfodelo della pianura costiera, un giglio dei bassopiani», un amore la cui «sinistra è sotto la mia testa; e la sua destra mi abbraccia» per stringermi delicatamente al suo petto.

Leggi Tutto Nessun Commento

Perdere chi si ama

Perdere un familiare nella parabola del padre compassionevole e ritrovarlo. Una narrazione drammatica di quello che succede a chi ama seriamente.

L’amore non imprigiona, anzi dà la libertà a chi è amato di rifiutare l’amore che gli viene dato, di allontanarsi da esso e di spezzare quell’unione che lo lega agli affetti familiari. L’amore è sempre volontario, libero e per questo soggetto a cambiamenti. L’amore, per certi versi fa paura perché si diventa vulnerabili. Le storie d’amore non si sa mai come vanno a finire, nemmeno quella di Gesù, che l’evangelista racconta in Luca 15:11-32. Un finale mai chiuso, che non descrive come andrà a finire.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il ritorno a Geova non è fare le cose di prima. È di più.

Il fratello “lontano” che ritorna a Geova intraprende un nuovo modo di pensare di Dio e di se stesso. Non più dunque un’affannosa giustizia dei torti subiti o fatti, ma un’adesione all’amore gratuito di Dio. Quest’amore completamente nuovo e riveduto è legato al “servizio” che ha come base la grazia ricevuta non per tenerla come un possesso personale, ma per essere a sua volta donata agli altri.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA