Posts Taggati ‘inattivo’

«Hai vinto tu, papà». «Ora sì che sei mio figlio!»

di Vazir Asanov

 E’ la storia di un giovane curdo che diventò tdG, umiliato, picchiato violentemente, ripudiato e minacciato di morte dal padre se non avesse smesso di frequentare la nuova religione. Alla fine vinse il padre. Dotato di talento nello sport e a scuola, i familiari cercarono di convincerlo di darsi alla politica. Vazir si era indebolito spiritualmente e aveva smesso di leggere la Bibbia e frequentare le adunanze dei testimoni di Geova. “Mi consolavo al pensiero che più avanti avrei di nuovo servito Geova. Non frequentai le adunanze per due anni, anche se certe volte avrei voluto andarci. Ma la vergogna mi tratteneva. Pensavo che i fratelli della congregazione non mi avrebbero capito. Dopo tutto, io amo Geova”.

Leggi Tutto Nessun Commento

Guardare con uno sguardo puro gli inattivi (e non solo loro)

Quando guardiamo un’opera d’arte cosa c’è dietro ad essa?

Ernst Gombrich è stato uno dei critici d’arte più famosi. La storia dell’arte è il suo libro sull’arte più importante e popolare mai pubblicato, sono state vendute più di 7 milioni di copie. Secondo lui, l’ostacolo maggiore al godimento di un’opera d’arte è la nostra riluttanza a superare abitudini e pregiudizi. “Gli artisti sono spesso uomini timidi che troverebbero imbarazzante il concetto di bellezza così come viene usato oggi”. L’idea di bellezza e di emozioni da trasmettere tramite un’opera d’arte non rientrava nelle loro preoccupazioni. “Ciò che l’artista pensa quando progetta il quadro o si domanda quando ha finito di dipingere la tela è assai difficile tradurlo in parole”. Ciò che interessa all’artista se alla fine è “tutto a posto”.

Leggi Tutto Nessun Commento

Il difficile dialogo con chi soffre

Il cristiano che soffre è difficile, se non impossibile, conoscerlo veramente nell’intimo della sua sofferenza

Un fratello malato merita rispetto per la posizione “orizzontale” in cui si trova rispetto alla “verticalità” di uno sano. La posizione orizzontale in cui la malattia lo ha fatto cadere, lo costringe a vedere le cose in una prospettiva diversa. Un incontro tra il fratello malato e il fratello sano è un incontro tra disuguali. Chi è malato considera i privilegi di chi è sano un’ingiustizia. “Chi è sano può “perdonarsi” il privilegio di star bene consentendo al malato di esprimersi come meglio crede e cosa crede, ascoltando in modo sereno, senza pregiudizi e senza pensare di saperne più di lui o di decidere per lui.

Leggi Tutto Nessun Commento

IL TARDIGRADO – un eroe indistruttibile

E’ talmente piccolo che si vede a malapena. Non più grande di 1 millimetro, è in grado di resistere senza acqua anche 10 anni, a temperature altissime o bassissime, a radiazioni e a raggi UV-A e UV-B. Sopravvive spesso a se stesso. Poi dopo dieci anni si ricorda: “Devo bere”. Oppure “devo respirare”. Oppure “devo vivere per non morire”.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA