Posts Taggati ‘modestia’

Il pesce che si credeva uno squalo

TIPI STRANI IN CONGREGAZIONE. Si aggira nelle congregazioni così impettito che si riconosce subito.  Altre volte è difficile distinguerlo immediatamente perché si maschera dietro una finta umiltà. Poveri fratelli che incappano in lui. Stiamo parlando di fratelli affetti dal complesso di superiorità. In particolare di quell’anziano che cerca di rimediare alla sua insicurezza facendo sentire gli altri degli incapaci. Anziano che si crede dotato di particolari poteri divini. In realtà è simile al pesciolino che si convince di essere uno squalo solo perché si è appiccicato sopra una pinna farlocca.

Questo strano tipo è convinto (da tempo) di essere qualificato per ulteriori privilegi. E chi i privilegi se li è meritati e ha a che fare con lui, ne esce quasi sempre frustrato e sminuito. Anzi, lo “squalo tarocco” fa di tutto per togliere i privilegi a chi li ha acquisiti con virtù. 

Leggi Tutto Nessun Commento

NON METTIAMOCI SUL PIEDISTALLO DA SOLI

Non ci sono statue recenti di personaggi illustri nelle nostre città. Nemmeno di chi lo meriterebbe. Evitiamo allora di innalzare monumenti a noi stessi

Si tratta di un articolo pubblicato sulla rivista Credere del 23 aprile 2017 che vuole farci riflettere sul perché oggi non si innalzano più statue commemorative. Non ci sono più personaggi all’altezza. “Le tragedie contemporanee – si legge nell’articolo – ci hanno svelato il pericolo degli uomini soli al potere”. Ecco perché l’umanità ha paura di elevare qualcuno sopra gli altri, anche quando ha qualcosa di valido da trasmettere. Si guarda con sospetto chi ha un certo potere, soprattutto quando il potere è sopra le masse di persone. Il vero problema è un altro: in assenza di statue altrui, e visto che nessuno ci mette su un piedistallo, lo facciamo noi.

Leggi Tutto 1 Commento

Mediocrità

I mediocri bramano avere i privilegi.

La differenza tra un cristiano esemplare e uno mediocre di solito non sta tanto nell’intelligenza quanto nell’impegno spirituale (Proverbi 10:4). La modestia (riconoscere i propri limiti) non è mediocrità (scarsamente dotato). I cristiani che sanno dirigere le congregazioni si distinguono per la modestia, per il fatto che preferiscono rimanere nell’ombra e per la sobrietà. Per contro, un ego smisurato crea problemi alla congregazione rendendola mediocre. La Bibbia dice che “se qualcuno pensa di essere qualcosa quando non è nulla, inganna la propria mente”, e questa non è certo la descrizione di un cristiano approvato da Dio (Galati 6:3).

Leggi Tutto 1 Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA