Posts Taggati ‘pastore’

Dalle acque al deserto, di nuovo alle acque per tornare ancora nel deserto.

Un destino il suo, tra le acque e il deserto; salvarsi dalle acque per morire nel deserto, guardando da lontano la terra del suo grande desiderio.

“Mosè divenne pastore del gregge di suo suocero… Allora l’angelo di Geova gli apparve in una fiamma di fuoco… Devi dire questo agli israeliti: ‘Io diverrò Ciò Che Scelgo Di Divenire mi ha mandato da voi’… vi sottrarrò alle sofferenze e vi porterò nel paese dove scorrono latte e miele”. (Esodo capitolo 3)

Leggi Tutto Nessun Commento

L’odore della pecora e l’odore del lupo

I lupi che vengono in veste di pecore possono ingannare l’occhio, ma non l’olfatto. Il lupo non può nascondere il suo odore, per questo è facilmente riconoscibile.

L’odore è la sensazione specifica dell’organo dell’olfatto, che può essere gradevole o sgradevole. L’olfatto è il senso preposto alla percezione degli odori. In alcuni animali (vertebrati) è molto accentuata. Odorare significa fiutare e ha diversi sinonimi: avvertire, captare, individuare, intuire, percepire, presagire, sentire, [con riferimento a qualcosa di negativo].

L’odore della pecora è facilmente riconoscibile al pastore perché ce l’ha attaccato addosso. Lo si riconosce dalla lana impregnata di sporco. L’odore del lupo è riconoscibile dalle urine e dagli escrementi che hanno un odore acre, intenso, prodotto da certe ghiandole. Inoltre, un lupo si riconosce dalla forma e dalla dimensione delle tracce che lascia sul terreno, dall’andatura e dalla lunghezza del passo. Inoltre ha gambe lunghe, zampe grosse, testa grande e mascelle robuste.

Leggi Tutto Nessun Commento

Sentirsi addosso la puzza dell’odore delle pecore di Cristo

La frase più famosa ed emblematica detta da papa Francesco sui pastori della sua chiesa e ripresa dai media di tutto il mondo è questa: «Voglio pastori con ‘l’odore delle pecore’ e con il sorriso di papà». E’ un monito per tutti i sacerdoti, i cardinali e lo stesso papa: i pastori non solo non devono pretendere di vestirsi con la lana delle pecore, ma devono mostrare passione nel servirle. Una frase che si legge, papale papale. Cioè, come è stata detta, che va soltanto «annusata» e che rimanda alla vera immagine dei pastori che hanno a cuore le pecore.

Leggi Tutto Nessun Commento

L’amore non cerca il proprio interesse, ma quello di Dio, perché Geova è un mondo d’amore

Lo spirito cristiano è l’opposto di uno spirito egoista

Dopo la caduta originale dell’uomo, la mente umana perse la sua originaria grandezza e vastità. Dapprima governata dal principio nobile dell’amore divino, la mente doveva protendere l’amore verso i suoi simili. Non doveva rimanere confinato entro i limiti della creazione, bensì guardare oltre, fino a raggiungere il Creatore e fare con lui un tutt’uno. Dopo il peccato, questo nobile principio andò perso e la sua grandezza si disperse fino a ridursi un puntino, chiuso in se stesso, escludendo gli altri. Dio venne dimenticato, il prossimo anche e così l’uomo si ritirò nell’immenso oceano di se stesso e del suo egoismo.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA