Posts Taggati ‘pastori’

LA DOPPIA VITA

Quando la religione tira fuori i suoi scheletri dall’armadio

Durissimo monito di papa Francesco ai pastori che hanno una doppia vita. Commentando il Vangelo di Marco durante la Messa tenuta ieri a Casa Santa Marta, Francesco ha spiegato che di fronte agli insegnamenti degli scribi, che pure “dicevano la verità”, la gente “pensava a un’altra cosa”, perché quello che dicevano “non arrivava al cuore”: insegnavano “dalla cattedra e non si interessavano alla gente”. Avevano perso la “capacità” di commuoversi proprio perché “non erano vicini né alla gente né a Dio”. E quando si perde tale vicinanza, evidenzia il Papa, il pastore finisce “nell’incoerenza di vita”.

Leggi Tutto Nessun Commento

Umiltà, questa sconosciuta

Se c’è una qualità più carente tra gli anziani, questa è l’umiltà

Geova premia l’umiltà e punisce l’arroganza. Sembra che questa duplice azione di Dio non sia molto conosciuta tra gli anziani tdG. Alcuni di loro si credono di essere come il re di Babilonia: non vedono la rovina dietro il loro comportamento privo di umiltà. Se si sforzassero di correggere i loro cuori almeno la metà di quanto dicono dal podio, molti fratelli non soffrirebbero “le pene dell’inferno spirituale” da loro causato. Certi pastori si dimenticano non solo di custodire le anime dei fratelli ma anche la propria. Si comportano come se il loro compito fosse solo quello di esortare altri a ravvedersi, parlano come se la loro vocazione fosse quella di causare sofferenze e lacrime ai fratelli e alle sorelle. Proclamano il dovere e riservano solo agli ascoltatori il compito di praticarlo.

Leggi Tutto 3 Commenti

«Pastori con il cuore di Geova»

Un bambino ricevette in dono una pecora e un montone. Dopo alcuni anni di premurosa cura, aveva una dozzina di pecore. Una mattina presto, mentre era ancora a letto, udì le pecore belare, ma non ci fece caso. Quando uscì, vide le pecore sventrate da cani selvatici. “Sarei dovuto uscire a controllare le pecore quando le avevo sentito belare la prima volta” disse distrutto dal dolore. Preferì rimanere a letto a dormire.

 Questa esperienza realmente vissuta, ci rimanda al ruolo biblico del pastore: nutrire le pecore e proteggerle. In congregazione non è sufficiente che gli anziani insegnino dal podio, devono anche proteggere i fratelli dai pericoli. Purtroppo, a volte, i cani randagi, i lupi famelici o altre bestie selvagge, sono proprio alcuni pastori, che maltrattano le pecore, le ingannano e le trascurano. Al tempo di Geremia c’era una sconcertante situazione di abbandono del popolo di Dio (Ger 23:1-4).

Leggi Tutto 1 Commento

Pastori feriti

Anche i sorveglianti di circoscrizione e gli anziani di congregazione possono essere oggetto di depressione, ostracismo, pettegolezzi, infamie, errori di giudizio e critiche ingiustificate. Non di rado sono vittime innocenti di pastori-mercenari e di lupi che hanno il manto di pecore. Esposti al male e al giudizio spietato da parte di alcuni loro confratelli, si sentono abbandonati a se stessi e vivono la loro fede in una gravosa solitudine interiore.

 A furia di parlare di pecore ferite ci si dimentica che nell’organizzazione dei tdG esistono anche pastori feriti. Anziani e sorveglianti in serie difficoltà che, spesso, sbagliano anche loro e che si trovano ad essere abbandonati dai loro stessi fratelli.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA