Posts Taggati ‘perdono’

La potenza del PER-DONO

Definire il perdono è difficile. Non si tratta soltanto di assolvere chi ha sbagliato rinunciando alla punizione verso chi ha fatto un torto, c’è di mezzo un atto molto personale che implica la misericordia al massimo della sua nobiltà.

Chi perdona non dimentica il torto ricevuto, spera che l’essenza e la bellezza del perdono non si dissolvino col tempo. 

Leggi Tutto Nessun Commento

«Il risentimento è come prendere i carboni ardenti per gettarli addosso a qualcun altro» (detto buddista)

Il RISENTIMENTO quando ci prende diventa una trappola perché fa soffrire di più. Il dolore che proviamo di nuovo, la rabbia che schiumiamo e un bramoso senso di giustizia aumentano in maggior misura. Rimuginandoli nel presente invece di considerarli come parte del passato, diventano pene maggiori.

E mentre ci dibattiamo nel crogiuolo della nostra insoddisfazione prosciughiamo soltanto energie vitali. Il risentimento è ingannevole, pensiamo di gettarlo su qualcuno, in realtà ce lo gettiamo addosso. Prendiamo i carboni infuocati a mani nude, li teniamo un po’ e poi li scagliamo con violenza contro noi stessi.

Leggi Tutto Nessun Commento

LA VENDETTA O IL PERDONO?

Matteo 18:21-35

Allontanarsi dalla congregazione è il modo migliore per reagire quando si subisce un torto?

Un cristiano insopportabile ha sempre mille difetti. È invadente, a volte malizioso, non loda e scoraggia. Guarda i lati negativi e mai quelli positivi. Pretende troppo e non tiene conto delle circostanze. Nei suoi commenti applica le informazioni in maniera velata per colpire chi gli sta antipatico. Alla fine non se ne può più. C’è chi si scoraggia e chi si indigna. Se poi si tratta di un nominato, lo si vede come uno che non rappresenta la verità, ancor più grave se gli altri anziani invece di sistemare le cose lo appoggiano. A maggior ragione se il sorvegliante in visita se ne frega.

Leggi Tutto Nessun Commento

Gettarono le pietre dalle loro mani

Dalla Legge alle pietre: quando la morte è legalizzata

L’onda giustizialista della Legge data da Dio a Mosè ne travolse il suo spirito originale fino a demolirne la misericordia e la giustizia, qualità su cui doveva poggiare. Un’ondata di spiegazioni e interpretazioni si riversò per molti secoli sul popolo di Dio con soprusi e derive giustizialiste.

Perché obbediamo alle leggi? Ci sono azioni che compiamo per convenzione e altre per convinzione, altre ancora per abitudine o imposizione. Si obbedisce perché le leggi regolano la vita sociale; sono emanate da autorità riconosciute e accettate; si obbedisce per giustizia.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA