Posts Taggati ‘Pietro’

Chi ubbidisce a Dio e non agli uomini difficilmente commetterà un abuso spirituale

Ogni religione asserisce di basarsi sull’autorità di Dio e fa di tutto per ricordarlo ai suoi appartenenti. Diffidate di quelle religioni che continuamente danno enfasi al potere. Se hanno necessità di farlo è perché la loro autorità viene contestata o è fittizia. Inoltre, è quella dove si commettono maggiormente abusi spirituali.

Un pastore religioso che per farsi valere con i fedeli insiste sulla sua autorità ha dei seri problemi. Gli scribi e i farisei erano noti per la rivendicazione della loro autorità. Gesù, invece, offriva alle folle una speranza, non dava comandi. Spesso la credibilità di un consiglio dipende da ciò che un anziano insegna e se la sua vita è un esempio di quanto dice.

Leggi Tutto Nessun Commento

Guarda la riva e non il mare

La vita è fatta di soddisfazioni e insoddisfazioni, piaceri e dispiaceri, contentezze e amarezze, felicità e tristezze, successi e fallimenti. Concentrarsi troppo sul mare dei nostri fallimenti può farci perdere di vista la riva, quel lembo di terra dove il mare dei nostri dispiaceri finisce.

Pietro e altri pescatori pescavano per vivere. Dopo una faticosa notte di pesca tornare a reti vuote era umiliante e deprimente, non solo per la fatica e per il tempo sprecato, ma anche perché la pesca era la loro attività principale e quindi il sostentamento per essi e le loro famiglie. All’alba, improvvisamente, appare loro Gesù che, accortosi della pesca infruttuosa, disse di ritornare a pescare e gettare la rete in un determinato modo. In effetti, “gettarono la rete, ma non la potevano più trarre a causa della moltitudine di pesci”. Giovanni 21:1-14

Leggi Tutto 1 Commento

La misericordia di Dio e la libertà dell’uomo di sceglierla

pietro e giuda

Due episodi narrati nella Bibbia ampliano il concetto di “ritorno” a Dio: quello di Pietro in chiave positiva e quello di Giuda dai risvolti negativi.

L’episodio di Pietro riguarda il rinnegamento di Gesù ed è raccontato in Mt 26:69-75. Nessuno, soprattutto Pietro, poteva immaginare che gli capitasse qualcosa del genere. Con ogni probabilità non era preparato a una situazione come quella. Fu colto alla sprovvista. Le pressioni in quella circostanza dove la verità è stata distorta e Gesù fatto passare per un criminale, fecero perdere a Pietro l’equilibrio, falsando il suo senso di lealtà. Preso dal timore rinnegò tre volte Gesù.

Il secondo episodio che coinvolge Giuda è raccontato in Matt. 26:46-50; 27:3-5  e in  Atti 1:16-19. In cuor suo, Pietro si rese conto della grave colpa e si pentì piangendo amaramente. Dal suo cuore contrito sgorgarono lacrime amare per il dolore ma anche lacrime dolci che gli restituirono la genuinità e la lealtà di prima. Giuda scelse la corda per il suo collo. Non confessò a Dio il suo peccato ma andò per restituire il

Leggi Tutto Nessun Commento

Perdersi e ritrovarsi

pascilemiepecorelleGesù disse a Simon Pietro: “Simone, figlio di Giovanni, mi ami tu più di questi?” Gli disse: “Signore, tu sai che ho affetto per te”. Gli disse: “Pasci i miei agnelli”. – Giov. 21.15

Prima di fare alcune riflessioni su questa conversazione tra Gesù e Pietro, è bene ricordare il contesto che precedette la morte di Gesù. Se Pietro fosse stato davanti a un comitato giudiziario per essere giudicato di alto tradimento e per aver ripudiato Gesù, i capi di accusa sarebbero stati pesantissimi:

1. Abbandono e fuga dal Getsemani, dopo aver rischiato di provocare gravi disordini con la reazione inconsulta della spada;

2. Eccesso di difesa e gravi lesioni allo schiavo del sommo sacerdote;

3. Mancanza di coraggio e di spirito di iniziativa nell’impostare la difesa di Gesù nel rispetto della legge;

4. Messo nella condizione di confessare apertamente chi era Gesù, l’imputato rinnega vergognosamente il Figlio di Dio, in circostanze banali dove non c’era alcun bisogno di farlo;

5. Non ha fatto nulla per salvare Gesù. Sarebbe bastato radunare alcuni testimoni per farli parlare, radunare gli altri apostoli e far suscitare alla folla di seguaci un’opinione pubblica favorevole al fine di ottenere il rinvio del processo e attendere che non fosse Pilato e il Sinedrio a giudicarlo, ma un giudice onesto e imparziale. Egli era l’unico che in quei momenti concitati aveva il dovere di farlo. Eppure non lo ha fatto, lasciando ai farisei di farlo in versione accusato

Leggi Tutto 1 Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA