Posts Taggati ‘seneca’

Capite l’obiettivo ricordate lo scopo

L’obiettivo è una meta, un fine, un proposito che ci si propone di raggiungere, mentre lo scopo deriva da una parola greca tradotta “che vede lontano”, nel senso che mira o punta a un bersaglio.

CAPITE L’OBIETTIVO. Senza obiettivi e senza uno scopo non si ottiene nessun risultato. Cosa ancor più importante è capire se un obiettivo vale la pena raggiungerlo, a che scopo e se i motivi sono giusti. Anche il desiderio di raggiungere l’obiettivo deve essere intenso.

Leggi Tutto Nessun Commento

Sentirsi troppo sicuri rende vulnerabili

Eppure la vulnerabilità è per certi versi preferibile all’eccessiva sicurezza di sé.

Nonostante l’uomo tenda a respingere l’idea di essere vulnerabile, per comprendere certi aspetti della natura umana, bisogna accettare le imperfezioni, anziché vergognarsene. La vulnerabilità ci fa sentire umanamente vivi. Quali aspetti rendono vulnerabili i cristiani?

Sono diversi, ad esempio: la solitudine perché porta ad accettare l’amicizia di chiunque; rilassarsi e abbassare la guardia in campo morale; sentirsi inutili e insignificanti; vivere una vita disorganizzata; perdere la fiducia in Geova; soffrire di problemi fisici ed emotivi; essere umiliati e trattati senza dignità e rispetto; un vuoto emotivo matrimoniale. Tutti sono vulnerabili nella fede, nessuno escluso. Nemmeno in congregazione.

Leggi Tutto Nessun Commento

Maschere che si smascherano da sole

“Non mi sono seduto con uomini di falsità; e non entro con quelli che nascondono ciò che sono”. (Salmo 26:4)

In tutta la storia l’uomo ha sempre sentito il bisogno di mascherare il suo volto. Sin dagli albori della storia umana, le maschere servivano a combattere l’oblio della morte. Gli egiziani ricoprivano le mummie di defunti con maschere di gesso. Le feste furono sempre occasione per grandi mascherate, famose tutt’ora sono le maschere veneziane.

Leggi Tutto Nessun Commento

Conosco inattivi che…

artisti-inattivi

Sanno svolgere attività artistiche, scrivere, suonare strumenti, sono esperti in informatica, in grafica, in scienze delle comunicazioni e in tante altre attività.

Ci sarà capitato di conoscere alcuni di questi inattivi o di averli frequentati in passato. Forse li abbiamo conosciuti in Sala del Regno o durante un’assemblea. Siamo usciti in predicazione con qualcuno di loro e non abbiamo dimenticato quanto erano bravi nel parlare alle persone del territorio. Fratelli da far invidia ai pionieri speciali e ai sorveglianti. Altri erano bravi insegnanti ed era nota la qualità dei commenti e dei loro discorsi.

Oggi sono in pochi a ricordarli: una ristretta cerchia di fratelli anziani di età, qualche amico o parente. Le loro opere sono sconosciute quanto loro stessi. Vivono nell’ombra, in un anonimato impenetrabile.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA