Posts Taggati ‘superbia’

Il peccato è nel cervello?

Perché persistiamo in un comportamento peccaminoso anche quando ce ne pentiremo? Il peccato nasce nel cervello?

Le moderne neuroscienze affermano che nel cervello umano ci sono meccanismi e inclinazioni che inducono al peccato. Altri, invece, sostengono che non esiste nessuna relazione tra peccati e cervello. Tuttavia, con l’avvento delle moderne tecniche di imaging che sbirciano nel cervello, si possono ottenere alcune informazioni sulle nostre cattive abitudini. Le ultime ricerche cognitive sostengono che quando l’impulso di peccare è forte, le reti di controllo cerebrali, che coinvolgono la parte anteriore del cervello, si attivano per soffocare l’impulso mitigandone la seduzione. È come se due schieramenti si sfidassero per spingere l’essere umano a seguire determinati comportamenti: da una parte il diabolico seduttore che spinge al peccato e dall’altra l’angelo protettivo.

Leggi Tutto Nessun Commento

NON METTIAMOCI SUL PIEDISTALLO DA SOLI

Non ci sono statue recenti di personaggi illustri nelle nostre città. Nemmeno di chi lo meriterebbe. Evitiamo allora di innalzare monumenti a noi stessi

Si tratta di un articolo pubblicato sulla rivista Credere del 23 aprile 2017 che vuole farci riflettere sul perché oggi non si innalzano più statue commemorative. Non ci sono più personaggi all’altezza. “Le tragedie contemporanee – si legge nell’articolo – ci hanno svelato il pericolo degli uomini soli al potere”. Ecco perché l’umanità ha paura di elevare qualcuno sopra gli altri, anche quando ha qualcosa di valido da trasmettere. Si guarda con sospetto chi ha un certo potere, soprattutto quando il potere è sopra le masse di persone. Il vero problema è un altro: in assenza di statue altrui, e visto che nessuno ci mette su un piedistallo, lo facciamo noi.

Leggi Tutto 1 Commento

Vite in chiaroscuro

Nell’arte il chiaroscuro serve a dare forza e rilievo al dipinto. Nella vita la modestia rende il cristiano consapevole delle sue luci e ombre.

Il modesto è così modesto che non sa di esserlo e per questo non lo dice. Il superbo, che è l’opposto del modesto, non solo sa di essere superbo, ma fa di tutto per dirlo e per far vedere la sua ostentata superiorità. La modestia è una qualità morale, opposta alla vanità e alla presunzione e consiste nel non vantarsi dei propri meriti. Il contrario della modestia è superbia, alterigia, boria, presunzione, vanagloria. Il modesto riconosce i suoi limiti. Il superbo ha un amore smisurato di se stesso, un eccesso che lo convince di non avere limiti al suo essere. Inoltre, il modesto ha rispetto per i sentimenti e l’opinione degli altri. Il modesto sa fare una giusta valutazione di sé, rispetta la sua coscienza, mostrando timore, vergogna, sobrietà e un senso di onore.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA