Trasforma le prove in opportunità per crescere

La vita cristiana è fatta di prove

Per alcuni, le prove sono strumenti per forgiare la fede, per altri cause di inciampo

Anche le esperienze più traumatiche, se affrontate con l’atteggiamento giusto, sono in grado di stimolare una crescita positiva. Ogni persona desidera superare la prova, ma capita spesso che non ce la fa perché si autocondiziona negativamente.

  • TRASFORMA I LIMITI IN PUNTI DI FORZA.

Se ad esempio, il tuo limite è la paura, invece di sminuirla o di non pensarci più, prova a vederla in maniera del tutto nuova: ingigantirla. Prova a cambiare la prospettiva della realtà, modifica il tuo comportamento fin quando non arrivi alla soluzione del problema. Sembra strano, ma alle volte si risolve più facilmente un problema grande che uno piccolo.

  • OTTIMISMO E POSITIVITA’

“Il cuore gioioso è una buona medicina, ma lo spirito abbattuto toglie le forze”, recita Proverbi 17:22. L’ottimismo è un atteggiamento psicologico che sa cogliere gli aspetti positivi della vita in attesa di eventi favorevoli. Le prove prima o poi finiranno, bisogna attendere il momento giusto e agire di conseguenza. Chi è ottimista è già a metà dell’opera.

  • PROVE IN CONGREGAZIONE

Invece di non frequentare più la congregazione (non sei giustificato), ricorda che “per quelli che amano la legge di Geova non c’è pietra d’inciampo” (Salmo 119:165). Inoltre, “l’amore copre una moltitudine di peccati” (1 Pietro 4:8). Alla luce di queste due scritture, potrebbe la prova dipendere dal non amare la legge di Dio e dalla mancanza di amore vero i fratelli? Come nel primo punto, hai provato a cambiare prospettiva?

Geova è consapevole che siamo imperfetti, tuttavia non usa la sua capacità di conoscere il futuro per decidere che direzione debba prendere la nostra vita. Nella sua bontà ci ha donato il libero arbitrio e lo rispetta.

Ciò nondimeno, a volte Geova permette le prove affinché siano svelati i motivi del nostro cuore. Le prove fanno emergere le nostre inclinazioni nascoste e rivelano se la nostra fede è di buona qualità.

Invece di pregare Dio di non essere messi alla prova, forse è il caso di mostrare lo stesso atteggiamento di Davide che chiese a Geova di metterlo alla prova (Salmo 26:2). Nel senso che Davide accettava la correzione quando peccava. In questo modo dimostrava che la prova era un’occasione per amare Geova in maniera incondizionata.

“Per imbiancare una casa grande non serve un pennello grande, ma un grande pennello” –  recitava una vecchia pubblicità. Per affrontare una grande prova non serve una fede grande, ma una grande fede. Riflettici, c’è una sostanziale differenza di qualità.

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA