«Troppe gran cose in testa»

«Don Gonzalo aveva troppe e troppo gran cose in testa, per darsi tanto pensiero de’ fatti di Renzo; e se parve che se ne desse, nacque da un concorso singolare di circostanze, per cui il poveraccio, senza volerlo, e senza saperlo né allora né mai, si trovò, con un sottilissimo e invisibile filo, attaccato a quelle troppe e troppo gran cose». (I Promessi Sposi, Capitolo XXVI)

Lo spagnolo Don Gonzalo è stato il governatore dello Stato di Milano, noto per la superficialità e “per i molti spropositi che faceva”. Manzoni lo rappresenta come un politico incompetente e ambizioso, interessato a “una gran smania d’acquistarsi un posto nella storia”. I suoi provvedimenti sono insensati a tal punto da procurargli infamia e disprezzo.

Ogni troppo è troppo

Il troppo stroppia indica la negatività di ogni eccesso. L’eccesso guasta tutta la quantità, la deforma, la sciupa o corrompe; la troppa quantità non permette di gestire bene le cose. Ci sono cristiani che trovano difficile conciliare gli impegni secolari con quelli spirituali. Le cause sono diverse. Quando proviamo a fare più di quello che il tempo ci consentirebbe, possiamo diventare stressati e prendere decisioni di cui potremmo pentirci.

Sappiamo di fratelli, super impegnati nelle attività teocratiche, con «troppe gran cose in testa», che si sono stressati a tal punto di abbandonare la congregazione, diventando inattivi per sfinimento. Per non deludere gli anziani di congregazione o i loro stessi familiari, alcuni fratelli accettano responsabilità e impegni, che vanno al di là delle loro capacità e disponibilità.

Nel mondo del lavoro, ma anche in congregazione, alcuni cristiani pensano che la propria immagine sia strettamente connessa con il proprio ritmo di vita. Si convincono che chi è sempre impegnato si guadagna uno status di tutto rispetto. Per alcuni nominati, più sei impegnato, più sembri importante.

La Bibbia incoraggia a essere equilibrati. “È meglio una manciata di riposo che una doppia manciata di duro lavoro e correr dietro al vento”, dice Ecclesiaste 4:6.

«Se non cambio scoppio»

Il burn-out non è semplicemente stanchezza e va oltre il normale stress causato dal lavoro quotidiano. È caratterizzato da affaticamento cronico e da un forte senso di frustrazione e impotenza. Chi ne è affetto tende a prendere emotivamente le distanze dal lavoro, perde le motivazioni e diventa meno produttivo. Alcuni studi inoltre collegano il burn-out a numerosi disturbi emotivi e fisici.

Alcuni cristiani hanno perso il senso delle priorità spirituali. Si sono scordati che la vita non dipende dall’abbondanza delle cose possedute e invece di semplificarsi la vita l’hanno complicata con «troppe gran cose in testa» (Luca 12:15).

«Riavvolgi il nastro»

Rewind è un termine molto usato e vuole indicare il “riavvolgimento”, come quando il filo sul rocchetto o un cavo si sono intrecciati e ingarbugliati fra di loro. Riavvolgere significa far ritornare il filo come era all’origine. In senso metaforico vuol dire far tornare le cose come prima, dopo averle incasinate. E’ un po’ come tornare indietro sia in modo simbolico che letterale.

Significa individuare i pensieri e le azioni che hanno avuto un certo rilievo nel proprio passato e che al presente non corrispondono più. Per alcuni, il nastro della loro vita si è talmente ingarbugliato al punto da non riuscire più a venirne fuori. Riavvolgere il nastro indica una revisione dei fatti che hanno portato ad incasinarsi. Forse è il caso di cambiare atteggiamento se si vuole uscire dalla trappola del comportamento ripetitivo per intraprendere una strada completamente nuova, differente dalla solita.

Avere troppe cose in testa e assumersi troppe responsabilità nello stesso tempo ci rende meno produttivi di quanto saremmo normalmente se ci concentrassimo su un solo compito. Troppe attività e non saper gestire il proprio tempo mandano in tilt il cervello. Meglio fare poco e bene che tanto e male. Chi vuole fare tanto alla fine non fa nulla. Don Gonzalo docet.

____

Sullo stesso tema:

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA