Vedere solo ciò che si vuole vedere

Non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere. (vedi Giovanni cap. 9)

Quando entra in gioco la nostra immaginazione, la realtà ci appare diversa da quella che è: vediamo ciò che vogliamo vedere e non quello che realmente abbiamo davanti ai nostri occhi. Facciamo assumere alla realtà tutto quello che vogliamo credere, vedere e sentire.

Neghiamo l’esistenza delle cose perché non ci piacciono. Un tale modo di vedere la realtà, non solo ci porta fuori strada ma ci crea senza dubbio grosse difficoltà.

Rivolgendosi alle persone che non lo ascoltarono, Gesù disse: “Il cuore di questo popolo è divenuto ottuso […] e hanno chiuso gli occhi; affinché non vedano […] e non ne afferrino il significato col cuore ”. (Mt.13:15) Credevano nel Messia, ce l’avevano davanti, eppure non credettero. Molti si mettono di proposito un velo ai loro occhi per non vedere (2 Cor. 4:3, 4). Altri sono accecati dall’ignoranza (Ef. 4:18)

Inoltre, la vista spirituale di molti è offuscata perché sono attaccati alle loro idee e non si lasciano convincere nemmeno davanti a prove evidenti. Alcuni leggono la Bibbia e la studiano ma non vogliono credere a quello che dice. Molti credenti sono accecati dalle tradizioni che ostacolano la conoscenza della verità. (Mt. 15:6)

Pur di raggiungere il suo scopo “l’accecato” trova qualsiasi giustificazione di cui ha bisogno per commettere errori. Trae conclusioni e decide in base a ciò che preferisce, anche a discapito dei suoi interessi. Vive in un mondo che si è creato nella sua mente. Molte volte tralascia alcuni particolari importanti per concentrarsi su dettagli insignificanti, perdendo di vista le cose che più funzionano.

Spiace che anche tra coloro che si associavano un tempo con i tdG ci siano alcuni che vedono la realtà come vogliono vederla. Comunque nulla è perduto: si può cominciare a guardare la realtà con occhi nuovi, siamo pur sempre noi a decidere se lasciarci condizionare dalla realtà.

E se provassi a stare di più insieme con persone spirituali che riescono a vivere la vita con serenità e fiducia, che si danno da fare e ottengono dei risultati? Può darsi che la compagnia di persone negative abbia condizionato il tuo modo di vedere le cose in congregazione, alterando il senso reale dell’associazione cristiana.

Una delle cose più difficili e imbarazzanti è fare un’autocritica seria ed equilibrata, cercando di adottare strategie diverse da quelle provate fino ad oggi. Non stiamo incoraggiando a indossare una maschera fingendo che non sia successo nulla. Certe cose del passato non si dimenticano così facilmente, tantomeno una realtà vera e vissuta dolorosamente.

Forse, dobbiamo lavorare sulla capacità di accettazione: ossia uno stato mentale che permetta di fare i conti con le difficoltà che affrontiamo cercando di gestire le emozioni, invece di reagire in malo modo a una situazione. Si dice spesso che non potendo cambiare la realtà possiamo cambiare il nostro punto di vista. Anche Dio cambia idea quando le persone cambiano.

 L’inversione di marcia è vietata dal codice della strada sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali. Sulle altre strade, è possibile effettuare, in assenza di divieto specifico, l’inversione del senso di marcia, attenendosi alle normali regole di prudenza fissate anche esse dal codice della strada in modo da poter effettuare la manovra senza creare pericolo o intralcio agli altri utenti della strada.

Allo stesso modo, se riteniamo necessario, per il nostro benessere, un cambiamento radicale a “U”, ed è in regola con le norme della Bibbia, non crea problemi o pericoli agli altri, ed è tutto a vantaggio nostro, perché non farlo?

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA