Vedi la fiammella o il fumo di un lucignolo che si sta spegnendo?

Dio non spegnerà il lucignolo che sta per estinguersi, ma lo alimenterà fino a farlo diventare una fiamma ardente.

 Nell’articolo Guardate Cristo e non gli “spezzacanne” avevamo messo in risalto la natura dell’amore di Cristo nei confronti dei suoi discepoli, che a causa dei dolori che li stanno affliggendo, vengono paragonati a delle “canne rotte”. Afflizioni, causate a volte, dagli stessi responsabili delle congregazioni, i cosiddetti “spezzacanne”. Si è sempre detto che le prove sono un’occasione per dimostrare il nostro amore e la qualità della nostra fede.

Spesso sono necessarie. Nessun medico, durante un intervento, usa il bisturi per smembrare il corpo del paziente. Le incisioni servono a togliere la parte malata e fare in modo che la persona guarisca gradualmente. Sarebbe irragionevole che un medico si sbarazzasse di un malato  in quanto tale. Il suo scopo è guarire la malattia e non eliminare il malato.

Cristo è paragonato nella Bibbia a un pastore amorevole che ha cura delle sue pecore. Lui non scarta dal suo gregge le pecore bisognose o malate. Le soccorre, le fascia e ne ha tenera cura fino a guarirle. Perciò, la cosa migliore da fare in questi casi è concentrare lo sguardo su Gesù e non sugli “spezzacanne”.

Così come ci sono diverse malattie, esistono anche diversi tipi di afflizioni. E’ necessario prima individuare il tipo di malattia e poi agire di conseguenza. Ogni farmaco deve essere adatto al tipo di malattia che si vuole curare. Ogni cura ha la sua specificità. Cristo, il pastore eccellente, sa intervenire secondo i bisogni di ciascuno. E’ importante anche che il malato riconosca il suo stato di malattia.

Chi è malato e non si cura difficilmente potrà guarire. Il primo passo è l’umiltà, cioè riconoscere la propria condizione spirituale. Il fratello lontano deve quindi riconoscere il suo stato di lontananza da Geova se vuole tornare a Lui. Non è detto che la fede di un lontano sia del tutto spenta, anzi è in questi casi che è più viva che mai, perché si rende conto dell’estremo bisogno in cui si trova. Nessuno è più vicino al conforto che dona Dio di colui che ritiene di essere ancora molto lontano da Lui.

A volte, sente più il bisogno di Dio un fratello lontano che un fratello vicino. E’ in Dio che l’orfano trova misericordia. (Osea 14:3) E in un certo senso è così che si sente chi è lontano da Dio: un orfano di padre.

Quando un lucignolo comincia a spegnersi, la luce diviene fioca e comincia a produrre molto fumo. E’ difficile non accorgersi del fumo di una fiammella appena spenta. Come si fa in congregazione a non accorgersi di un fratello che in maniera fievole si sta spegnendo? A meno che non si è ciechi è impossibile non vedere una luce che si accende o si spegne.

Alcuni, invece di vedere la luce flebile notano con un certo fastidio il fumo che la lucerna produce. Confondono gli effetti dannosi causati dal fumo di un grande incendio con lo spegnimento di una flebile fiamma di una candela. E’ vero che in un grande incendio gli effetti prodotti sul corpo umano sono un’intossicazione da sostanze nocive presenti nel fumo, un effetto irritante negli occhi e nelle vie respiratorie di cui si può anche morire.

Ma confondere il fumo di un incendio con quello di una lucerna è assurdo, anche se il poco fumo di un lucignolo può dare momentaneamente fastidio.

Purtroppo è questo il vero problema nelle congregazioni: invece di ravvivare la fiammella si preoccupano del poco fumo che li infastidisce. Invece di prestare l’aiuto necessario ai fratelli che stanno attraversando seri problemi, la congregazione, in particolare gli anziani, si infastidiscono quando un fratello si spegne in senso spirituale producendo il fumo dell’inattività. Scorgendo solo fumo li vedono come un pericolo che gli fa mancare l’aria per respirare. In realtà, il vero fumo tossico sono proprio loro.

Fine terza parte

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA