VITA PER CHI RITORNA A GEOVA

In che modo gli “inattivi” possono beneficiare della misericordia di Geova?

Forse sappiamo di qualcuno che, dopo aver conosciuto Geova, aver esercitato fede in lui ed essersi impegnato nella vera adorazione, ha smesso di servirlo. Geova non si dimentica ed è sempre pronto a mostrare misericordia a coloro che un tempo hanno fatto parte attiva del suo popolo. (Ebrei 2:1; 3:12)

Forse lontani da Geova questi fratelli trovano difficile ritornare. Dio rivolge loro un invito con le parole del suo profeta: “Geova degli eserciti ha detto questo: ‘Tornate a me’, è l’espressione di Geova degli eserciti, ‘e io tornerò a voi’”. (Zaccaria 1:3) Anche le parole di Osea sono rassicuranti: “Torna, o Israele, a Geova tuo Dio, poiché hai inciampato nel tuo errore. Prendete con voi parole e tornate a Geova. Ditegli, voi tutti: ‘Voglia tu perdonare l’errore; e accetta ciò che è buono’”. Persino chi aveva commesso peccati gravi ma poi era tornato a Dio con vero pentimento poteva beneficiare del perdono e di conseguenza della completa guarigione. (Osea 6:1; 14:1, 2; Salmo 103:8-10) Era così ai giorni dei profeti e lo è tuttora.

Come possiamo aiutare i cristiani un tempo zelanti a ritornare a Geova?

Come possiamo dimostrare che vediamo gli altri come li vede Geova? Egli si aspetta che mostriamo misericordia a coloro che forse hanno trascurato il suo servizio. Tramite Osea, Dio disse cosa vuole da noi: “Ho provato diletto nell’amorevole benignità e non nel sacrificio”. Gesù Cristo riprese queste parole ed espresse così il concetto: “Andate, dunque, e imparate che cosa significa questo: ‘Voglio misericordia, e non sacrificio’”. (Osea 6:6; Matteo 9:13) Mostrare tale misericordia è fondamentale per mantenere la nostra relazione con Dio. Notiamo come l’apostolo Paolo collegò l’essere pronti a perdonare con l’imitare Dio: “Divenite benigni gli uni verso gli altri, teneramente compassionevoli, perdonandovi liberalmente gli uni gli altri, come anche Dio vi ha liberalmente perdonati mediante Cristo. Divenite perciò imitatori di Dio, come figli diletti, e continuate a camminare nell’amore”. (Efesini 4:32–5:2) In che misura riusciamo a imitare Dio sotto questo aspetto?

(vedi l’intero articolo sul sito JW.org Vita per chi ritorna a Geova)

Approfondimenti:

   Il cuore di Geova è in festa per ogni figlio che ritorna

   Tornare o non tornare?

   Fra le braccia di Geova

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA