• Logo In

Non essere d’accordo e farlo in maniera cristiana

«Cerchiamo quello che contribuisce alla pace e all’edificazione reciproca» (Romani 14:19)

L’ambiente congregazionale, per quanto ognuno si sforzi di fare la sua parte per mantenerlo più spirituale possibile, è comunque un luogo delicato dove i rapporti interpersonali sono meno elastici di quelli familiari e dove certe confidenze o modi di fare comuni nel mondo, possono essere spropositati o fuori luogo.

Leggi tutto

CAPIRE PER CAPIRSI

«Quelli che cercano Geova possono capire ogni cosa» (Proverbi 28:5)

Non stiamo dicendo che tutti coloro che non cercano Geova o che si allontanano da lui non capiscono niente. La scrittura sopracitata indica che quelli che cercano Geova possono farlo pregandolo e studiando la sua Parola, in questo modo ‘capiscono ogni cosa’ necessaria per servirlo come lui vuole.

Leggi tutto

Stagnazione e cambiamento

La ricerca di un equilibrio stabile che produca un cambiamento più che soddisfacente in ogni settore della propria vita ha portato molte persone a una stagnazione, cioè a un senso di immobilità. (Potremmo includere tra questi i fratelli lontani che hanno deciso di cambiare la loro vita in qualcosa di nuovo e invece si trovano fermi, in attesa di un input che li trasformi completamente).

Coloro che studiano il mindset (atteggiamento mentale) sostengono che l’unica cosa che dobbiamo allenare per cambiare è la nostra mentalità, ovvero il nostro modo di agire e reagire di fronte a situazioni che si presentano nel nostro vivere quotidiano.

Leggi tutto

L’ignoranza oggi? Tutta colpa della pedagogia e dei social!

Tantissimi studenti italiani non riescono a capire un testo scritto, non sanno la storia e la geografia, non imparano la matematica, non riescono ad argomentare. Un articolo del sociologo Francesco Alberoni ne spiega le cause.

Leggi tutto

Coltiva ciò che non vedi

“La fede è la sicura aspettazione di cose sperate, l’evidente dimostrazione di realtà benché non vedute”. — Ebrei 11:1.

la Bibbia incoraggia una forte fede basata su prove concrete, anche se può essere necessario modificare le proprie convinzioni. Questo tipo di fede è essenziale. L’apostolo Paolo scrisse: “Nessuno può essere gradito a Dio se non ha la fede. Infatti chi si avvicina a Dio deve credere che Dio esiste e ricompensa quelli che lo cercano”. (Ebrei 11:6, PS)

Leggi tutto

«Si china la testa come un giunco?» Isaia 58:5

Gli israeliti pensavano che il digiuno avrebbe fruttato l’attenzione e il favore di Dio. Ostentavano di adorare Geova, facendolo in maniera formale e compiendo pratiche religiose solo per farsi vedere. Geova rivelò la loro incoerenza con l’esempio del giunco che si piega docilmente senza spezzarsi quando il fiume è in piena. Loro imitavano il giunco chinando la testa, ma lo facevano in maniera ipocrita.

Leggi tutto

Vivere una religione dagli standard severi

Lo stato d’animo di chi vive con rigore modelli e norme religiose, di solito, si sente in tensione e ricerca in continuazione qualcosa da fare per migliorarsi. Prende alla lettera le parole di Gesù, «di essere perfetti come lo è il vostro Padre celeste» (Matteo 5:48).

Non si rende conto che le Scritture quando definiscono “perfetto” non sempre si deve intendere in senso assoluto, il più delle volte è in senso relativo. E’ impossibile vivere una religione imperfetta da uomini perfetti. Non esistono religioni e uomini perfetti. Anzi, in questi casi si rischia di diventare fanatici integralisti.

Leggi tutto

«Come stai?» «Alla grande!» «No, intendevo come stai spiritualmente»

Era da molto tempo che non incontravo quel fratello e la mia domanda era sincera. Mi rispose senza esitare, parlando del suo lavoro, della sua famiglia, delle vacanze. Stava bene e ci teneva a farmelo sapere. «Intendo dire come stai spiritualmente», gli dissi.

Non se l’aspettava, ed era un po’ imbarazzato. Da anni non frequentava la congregazione e non era più un proclamatore attivo. Non sapeva cosa rispondere e infatti farfugliò qualcosa, cercando di cambiare discorso.

Leggi tutto

EVVIVA GLI IGNORANTI!

Questa folla che non conosce la Legge è gente maledetta! (Giovanni 7:49)

I farisei e i capi giudei si ritenevano giusti e istruiti. Consideravano con disprezzo la gente comune che ascoltava Gesù; la definivano “gente maledetta”. Il termine greco qui usato è dispregiativo e suggeriva l’idea che queste persone fossero maledetti da Dio. I capi religiosi giudei, nel loro disprezzo, usavano anche un’espressione ebraica, ʽam haʼàrets’ (“popolo del paese”).

Il termine veniva usato in riferimento a coloro che erano considerati ignoranti in fatto di Legge mosaica o che non seguivano meticolosamente le tradizioni rabbiniche. Molti capi religiosi stavano alla larga dal “popolo del paese” per non contaminarsi.

Leggi tutto

Tecnologia Positiva

Non tutti gli strumenti tecnologici sono nocivi alla carne e allo spirito. Invece di demonizzarli, è consigliabile conoscerli meglio e senza preconcetti. In questo modo ci rendiamo conto che alcuni di loro, se gestiti con equilibrio, possono aiutarci sotto tanti punti di vista.

È un fatto ormai acclarato che le nuove tecnologie stiano portando più disagi che agi. Comunque, senza tecnologia non c’è progresso e molte cose importanti del passato non sarebbero giunte a noi. Nessuno si aspettava che la tecnologia si espandesse con tanta velocità e inducesse in maniera determinante a modificare la realtà vera in realtà virtuale. Un giorno scambieremo i pensieri che ci disturbano in notifiche digitali da bloccare.

Leggi tutto

L’erba del fratello è sempre migliore

Capita di attribuire ad altri fratelli migliore sorte della nostra. Hanno una vita spirituale più brillante, più soddisfacente e ricca di incarichi e di privilegi teocratici. Quello che appare ai nostri occhi come un grande successo può essere motivo di invidia e roderci dentro oppure può suscitare in noi ammirazione per le attività teocratiche dei nostri fratelli e stimolarci a un maggiore impegno.

Comunque, rimane quasi sempre l’idea che “l’erba” del nostro vicino fratello sia sempre più verde della nostra.

Leggi tutto

INNAGNI ILATNEM

La maggior parte dei pregiudizi nei confronti dei testimoni di Geova sono errori compiuti da persone per giustificare il loro comportamento. Spesso vedono i tdG al contrario di quello che realmente sono, come ad esempio il titolo di quest’articolo. Se provate a leggerlo all’incontrario leggerete INGANNI MENTALI. In effetti, in alcuni casi, la mente crea brutti scherzi. Anche ai tdG.

Senza che ce ne rendiamo conto, il nostro modo di giudicare è spesso condizionato dagli altri. Si tratta di una tendenza che fa corrispondere l’azione alle intenzioni. L’intenzione è diversa dall’azione, perché si tratta di un desiderio di fare qualcosa. L’azione è invece un desiderio che si è realizzato. 

Leggi tutto

Far cambiare opinione è facile!

Le opinioni che pensiamo siano ben radicate, sono più flessibili di quanto crediamo

Il nostro credo religioso orienta qualsiasi opinione abbiamo di noi e degli altri ed è una componente importante della nostra identità. Se vi chiedessero cosa ne pensate delle altre religioni, non vi limitereste soltanto alla risposta, ma vi opporreste fermamente a qualsiasi tentativo di farvi cambiare idea. Se vi chiedessero se quello che credete sia effettivamente la vostra opinione o quella degli altri, la cosa vi sorprenderebbe.

Leggi tutto

Propaganda Fide

Nel 1622 papa Gregorio XV stabilì una commissione, per sovrintendere alle attività dei missionari della Chiesa Cattolica. La chiamò Congregatio de Propaganda Fide (Congregazione per la propagazione della fede), abbreviato in Propaganda Fide. Col tempo si è cominciato a usare il termine “propaganda” per qualsiasi operazione volta a divulgare idee o credenze al fine di fare proseliti.

Oggi il termine “propaganda” è spesso messo in relazione a notizie volutamente alterate da chi le diffonde. Attraverso i mezzi di comunicazione che trasmettono messaggi suggestivi e slogan facilmente memorizzabili, si cerca di persuadere la massa limitandone la facoltà di critica e di scelta. Gli educatori insegnano alle persone a pensare, mentre i propagandisti dicono loro cosa pensare. 

Leggi tutto

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA