UNA SOCIETA’ BASATA SULL’IDIOCRAZIA

Secondo uno studio svizzero la troppa intelligenza è un ostacolo sia per una leadership efficace sia per un avanzamento in carriera.

Evidentemente un’intelligenza fin troppo superiore alla media può entrare in conflitto con le capacità di comando. Secondo la ricerca, questo succede, non perché questi uomini utilizzassero tecniche direttive errate, ma piuttosto per l’incapacità di usare tecniche veramente efficaci. Le cause? I ricercatori svizzeri non sanno spiegarlo, possono solo fare ipotesi. Forse le persone più brillanti non sono capaci di semplificare i compiti o non sono in grado di capire le difficoltà degli altri. Forse c’è troppa differenza tra l’intelligenza del leader e quella dei suoi sottoposti.

Leggi Tutto 2 Commenti

Come la rana nell’acqua bollente

Nel gennaio 2010, Bombiani editore, pubblicò il libro La rana che finì cotta senza accorgersene e altre lezioni di vita, dello scrittore franco-svizzero Olivier Clerc. Si racconta di una rana, immersa in una pentola d’acqua che si riscalda molto lentamente. All’inizio, il tepore dell’acqua è piacevole e la rana ci sta benissimo. Man mano che l’acqua si surriscalda fino a diventare bollente, la rana accortasi del pericolo, cerca di schizzare fuori, ma è troppo tardi, gli mancano le forze.

Qual è la morale di questo racconto? E perché, come cristiani tdG ci interessa in particolare?

Leggi Tutto Nessun Commento

Sul pastore

Una bellissima riflessione di Franco Ometto

…quel giorno, attratto dai belati di un gregge, uscii dalla grotta, per godermi quello che per me era uno spettacolo suggestivo, come lo sono tutti gli eventi che la natura ci offre. Non so quante pecore ci fossero: certo più di cento. Avanzavano in tante file indiane, per sentieri improvvisati, sollevando lunghe nuvolette di polvere. Le ultime pecore venivano sollecitate dagli instancabili cani.

Leggi Tutto Nessun Commento

Una finestra sul passato o una sul futuro?

«Stando alla finestra della mia casa, guardai attraverso la mia grata, per scorgere gli inesperti». Proverbi 7:6

L’autore dello scritto sopra, racconta di aver visto dalla finestra di casa sua un ragazzo privo di giudizio, che passeggiando di notte presso la casa di una prostituta si fa sedurre e alla fine hanno rapporti sessuali. Anche se non era uscito con l’intenzione di commettere un peccato, il ragazzo, non si rende conto del pericolo e ci casca, ne dovrà pagare le tristi conseguenze per tutta la vita. (Proverbi 7:6-27).

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA