«Troppe gran cose in testa»

«Don Gonzalo aveva troppe e troppo gran cose in testa, per darsi tanto pensiero de’ fatti di Renzo; e se parve che se ne desse, nacque da un concorso singolare di circostanze, per cui il poveraccio, senza volerlo, e senza saperlo né allora né mai, si trovò, con un sottilissimo e invisibile filo, attaccato a quelle troppe e troppo gran cose». (I Promessi Sposi, Capitolo XXVI)

Leggi Tutto Nessun Commento

Un nuovo concetto di «disciplina»

In genere, misure estreme come la disassociazione sono solo punitive e hanno poco senso se non sono affiancate da un percorso spirituale educativo da parte di anziani esperti che sappiano mediare con il trasgressore, la vittima e Dio.

Non sempre la conoscenza delle norme della Bibbia è un freno a commettere violazioni e trasgressioni se non si è in grado di relazionarsi con il prossimo, secondo le regole della convivenza civile e spirituale. Sembra scontato, ma in realtà i numerosi casi di trasgressione nelle congregazioni dimostrano che non è così.

Leggi Tutto Nessun Commento

Tipi bellicosi

Nonostante l’apparenza di persona cortese e formale, quando lo si ha di fronte si ha la sensazione di trovarsi un soldato romano, pronto a combattere la sua guerra verbale per vincerla senza esclusioni di colpi. Combattere fa parte del suo carattere, vincere è il suo obiettivo.

Stiamo parlando del tipo bellicoso, che ogni tanto potremmo trovare anche nelle congregazioni, in particolare tra i corpi degli anziani. Nel web abbondano, ma solo a parole, anche se le loro armi sono più taglienti della Bibbia e penetrano nelle giunture del cervello, fino a rintronarlo con le loro elucrubazioni mentali, che spesso non portano a nulla se non a confondere le idee e i pensieri.

Leggi Tutto Nessun Commento

Chi CREDE SPERA nel ritorno

Sperare e credere sono due sfaccettature dell’amore, trattate nel simposio: Non dimentichiamo che l’amore… crede in ogni cosa e spera in ogni cosa, durante il congresso 2019.

L’oratore, dopo aver letto la scrittura di 1 Corinti 13:7, ha sottolineato quanto sia importante non mettere in dubbio i motivi degli altri. Davide non mise mai in dubbio i motivi di Gionatan. Infatti, gli salvò la vita e lo protesse in diverse occasioni. In un’altra circostanza il re Davide fece un patto di pace con Abner, comandante dell’esercito di Saul. Gioab la pensava diversamente da Davide, lui odiava Abnner e con un inganno lo assassinò.

Leggi Tutto Nessun Commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA