La febbre della suocera

La febbre alta le impediva di servire attivamente

La casa di Pietro probabilmente si trovava nei pressi della sinagoga di Capernaum. Il racconto di Luca dice che “dopo aver lasciato la sinagoga, Gesù entrò nella casa di Simone”.

Nella sinagoga Gesù aveva appena scacciato da un uomo un demonio che lo gettava in convulsioni. Una volta usciti dalla sinagoga, Gesù e i suoi quattro discepoli vanno a casa di Simone, detto anche Pietro. Lì trovano sua suocera con la febbre alta. Dato che sta molto male, i discepoli implorano Gesù di aiutarla.

Gesù le si avvicina, si china su di lei e ordina alla febbre di lasciarla, e questa sparì. All’istante la donna guarisce e si mette a servire Gesù e i suoi discepoli, forse preparando loro un pasto (Luca 4:31-41).

Perché la guarigione di una donna febbricitante e ridotta al letto dovrebbe interessare chi non serve più attivamente Geova?

Luca, in quanto medico, sottolinea la gravità della situazione specificando che la febbre era alta. Egli scrive che Gesù “ordinò alla febbre di lasciarla”. La febbre è un aumento improvviso della temperatura corporea oltre la norma (36,5-37 °C). Segnala che l’organismo sta cercando di controllare fenomeni di natura infettiva.

Esiste anche la febbre psicogena provocata da fattori psicologici in soggetti particolarmente sensibili. In senso figurato, la febbre indica una passione viva, un desiderio impaziente, una brama ansiosa.

Nella Bibbia l’uso del termine febbre è abbastanza cangiante a seconda del contesto. Ad esempio 1 Timoteo 6:4 impiega un verbo greco che paragona il diffondersi dell’eresia all’espandersi di un cancro. “La febbre di cavilli e di questioni oziose”, sono un indizio di una condizione malata dell’uomo interiore. (Dizionario dei concetti biblici, EDB 1989, pp. 455-6).

Nella Bibbia, ordinare o comandare è riferito a chi ha una forza incontestabile di autorità. Il verbo “ordinò”, che Luca usa, descrive un’azione imperiosa e decisa. Lo stesso verbo viene utilizzato per descrivere il modo con cui Gesù scaccia i demoni, dando ordini severi. Quando la febbre lasciò la suocera di Pietro, questa si alza immediatamente in piedi per servire.

In questo episodio, la febbre era qualcosa in più del rialzo della temperatura corporea, è una malattia che rende inerti, inattivi, incapaci di muoversi. Non è importante conoscere quale sia la causa. Se il cristiano “inattivo” vuole guarire dalla febbre che spegne le attività spirituali e che toglie le capacità di servire, ha solo da ascoltare il comando perentorio di Gesù. Fatevi aiutare da lui ad alzarvi all’istante e servire di nuovo come un tempo.

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA