Lontani… per colpa nostra?

milano 1957

Questo è uno spunto del messaggio dell’arcivescovo Montini con il quale nel novembre del ‘57 promosse la missione di Milano rivolgendosi ai “lontani” e che vide coinvolti più di 1.200 predicatori di tutte le 110 diocesi. Un’iniziativa pastorale inimmaginabile allora e forse impossibile a ripetersi anche oggi.

In questa occasione, Montini, rivolgendosi ai «lontani», cioè a tutti coloro che hanno perso la fede in Dio e la fiducia nella Chiesa, disse: «Se non vi abbiamo compreso, se vi abbiamo troppo facilmente respinti, se non ci siamo curati di voi, se non siamo stati bravi maestri di spirito e medici delle anime, se non siamo stati capaci di parlarvi di Dio come si doveva, se vi abbiamo trattato con l’ironia, con il dileggio, con la polemica, oggi vi chiediamo perdono».

G.B. MONTINI, Fratelli lontani, perdonateci (Missione di Milano, novembre 1957); cit. da L. CRIVELLI, Montini arcivescovo a Milano…, pp. 247-249.

UN EVENTO MAI PENSATO PRIMA: IL TEMA DEI LONTANI, UNA CATEGORIA DI INDIFFERENTI/INATTIVI IN CONTINUA CRESCITA

Il tema dei lontani: immensi strati di popolazione che non hanno alcuna relazione con la vita religiosa. Troppi ambienti hanno perso il più piccolo segno di religiosità. Di questi lontani una responsabilità non piccola ricade sulla stessa Chiesa. E ciò induce a una richiesta di perdono a tutti i lontani, cioè i non cristiani, gli anticlericali, gli atei. Ma anche i dubbiosi della validità del nostro credo, gli ingolfati nei loro affari, i diffidenti della Chiesa e dei preti…gli accecati e incatenati da partiti avversi a Cristo, alla Chiesa, alla nostra civiltà. Sono tante e diverse le categorie dei lontani. Si tratta di una realtà opaca, grigia, contraddittoria sul piano ecclesiale.

La pigrizia religiosa domina la nostra età. Il mondo di giorno in giorno sembra diventare meno sensibile al religioso. Questa situazione, che denuncia l’incoerenza di non pochi cristiani indifferenti ed ignari, porta a registrare che lontani sono quanti vivono fuori della sfera religiosa, e pensano d’esserne liberati, o esclusi, o incapaci di varcarne la soglia; sono pensatori che si costruiscono sistemi ideologici, presumendoli impermeabili al raggio cristiano.

Adesso questa predicazione straordinaria riguarda una metropoli che vive profonde trasformazioni e che fa della modernità il suo punto di orgoglio. Lo stesso arcivescovo è consapevole di questa audace ‘novità’. Forse la nostra è la più grande missione che sia stata predicata finora nella Chiesa cattolica.

Per approfondimenti, vedi: Chiesa di Milano

Le parole del futuro papa Paolo VI sono state riprese da CREDERE del 14/8/2016, la rivista ufficiale del Giubileo:

lontani paolo vi

I tanto criticati e bistrattati cattolici hanno avuto l’umiltà e il coraggio di chiedere scusa per l’allontanamento di una parte dei loro fedeli. Quanti dei nostri fratelli si sono allontanati perché non amati e curati abbastanza? Quanti di questi hanno ascoltato più rimproveri che amorevoli consigli? Quanti sono stati trattati con dileggio e senza rispetto per la loro dignità e coscienza? Quanti di questi hanno subito ingiustizie e visto tanta ipocrisia in coloro che avrebbero dovuto dare l’esempio? Quanti di questi che sono lontani sono stati allontanati ingiustamente attraverso provvedimenti disciplinari iniqui?

_____________________________________

Per saperne di più:

logo   CatholicsComeHome.org

illogodelgiubileo   Il ministero di recupero per i perduti

papabergoglio   «Testardi, vagabondi e mummie spirituali»

 

 

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (1)

  • Lude

    |

    L’articolo è indubbiamente meritevole di considerazione, ma il parallelo, purtroppo già operato da jw è stato che: l’organizzazione è la più sincera e veritiera perchè invece di preoccuparsi come le chiese della cristianità di recuperare i fedeli, si impegna nella predicazione di casa in casa della buona notizia. Ricordate??? E che dire del non inciampare solo perchè si è stati vittime di trattamenti senza rispetto per la nostra coscienza? o per trattamenti disciplinari iniqui?
    Pertanto non aspettiamoci scuse o altro.

    Reply

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA