Il mondo cambia in modo esponenziale: muoversi o morire?

La ruota è una invenzione semplice che fa girare il mondo. Quasi tutti gli oggetti meccanici che utilizziamo, hanno gli ingranaggi fatti di ruote dentate che trasmettono il movimento rotatorio. Dalla prima immagine di una ruota datata oltre 5000 anni prima di Cristo alla ruota aerodinamica di oggi. Un progresso inarrestabile di migliaia di anni e non sentirli.

Che il mondo sia in continuo cambiamento è fuori discussione. E’ pur vero che negli ultimi decenni, qualcosa è cambiato nei tempi e nelle modalità. La crescita delle organizzazioni è divenuta più veloce e con salti netti. Chi è testimone di Geova da lungo tempo si è trovato di fronte a una rivoluzione epocale. Oggi l’evoluzione tecnologica permette a menti brillanti, abili a muoversi in questo ambiente completamente nuovo, di creare mezzi stampa e di comunicazione in poco tempo, con capacità di sviluppo esponenziali e soprattutto con costi economici completamente inferiori al passato.

Naturalmente questo fenomeno sta mettendo in crisi i modelli tradizionali e chi non si innova non riesce più a tenere il passo della maggioranza. Molti che si credevano immuni dal progresso, si sono scoperti vulnerabili.

L’organizzazione dei tdG ha sentito la necessità di cambiare principalmente a causa di due fattori: la globalizzazione e la digitalizzazione. La globalizzazione ha aumentato la facilità e la velocità degli spostamenti e l’interscambio delle informazioni. La digitalizzazione ha cambiato il modo di comunicare grazie all’utilizzo di strumenti come smartphone e tablet. Quella dei tdG è un’organizzazione esponenziale che si muove grazie a una struttura agile e meno macchinosa di un tempo. Una struttura capace di raccogliere migliaia e migliaia di informazioni in maniera gratuita e veloce. Basti pensare, solo per fare un esempio, alle migliaia di rapporti delle congregazioni, dei pionieri e dei sorveglianti da consegnare, conteggiare e pubblicare. Nonché alla preparazione degli articoli, con le informazioni da ricercare, le biblioteche da consultare, le foto da impaginare, i permessi da richiedere per i diritti di immagine, ecc. Oggi è tutto semplificato, basta scrivere l’oggetto di ricerca e con un click su Google compaiono migliaia di informazioni in un secondo.

Come sempre siamo messi di fronte a una scelta: sopravvivere o cogliere le opportunità. Pertanto, è fondamentale essere in grado di gestire consapevolmente il cambiamento e nel contempo riappropriarci del coraggio di programmare attività di lungo periodo, cominciando a vedere questo cambio di scenario come un’opportunità unica e forse ultima. Solo allora potremo iniziare a muoverci senza più le zavorre del passato e aumentare la nostra reattività agli eventi senza subirli passivamente. Il messaggio è chiaro: cambiare, cambiare, cambiare. Nella cultura e nei valori. Dobbiamo aprire gli occhi e accettare la realtà, mettendoci in discussione ancora una volta. Come tdG ci si deve sempre mettere in discussione se si vuole crescere. E ancora una volta ce la faremo. Forse. Il dubitativo è d’obbligo.

 

Tags: , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA