Penne rosse

Si muovono sul Web alla ricerca ossessiva di notizie scandalistiche e informazioni negative sui testimoni di Geova. Si indignano e in parecchi casi reagiscono con disprezzo, a volte velato. Sono le maestrine dalla penna rossa, quelle che ci tengono a sottolineare gli sbagli altrui.

Hanno sempre a portata di mano la penna rossa che usano con estrema velocità per rivelare qualcosa sul carattere di una persona o di una organizzazione. Tipi che usano molto le dita sulla tastiera per scrivere in grassetto o in stampatello gli errori veri o presunti dei tdG. 

Che aspetto ha, secondo voi, un “bacchettone” dello spirito? È più probabile sia un uomo o una donna? Un tipo elegante o alternativo? Giovane o con i capelli grigi? Un aderente attivo o inattivo? Uno che prima difendeva a spada tratta il credo dei tdG e che ora attacca velenosamente le stesse cose che prima sosteneva zelantemente?

Secondo noi non c’è nessuna differenza. Va di moda attaccare i tdG, da sempre. Nulla di nuovo sotto il sole.

Con questo articolo ci riferiamo ai nazi spirituali, a coloro che se potessero manderebbero i tdG di nuovo nei campi di concentramento di memoria hitleriana o nei gulag staliniani.

In realtà questi tipi sono abbastanza introversi, rigidi e scrupolosi. Sembra che la loro funzione cerebrale sia così sensibile, che si attiva immediatamente e con irritazione, in quelle situazioni che – secondo loro – appaiano “fuori posto”, ingiuste. Una frase o uno scritto fuori posto li manda in bestia. Devono continuamente sottolineare in rosso ciò su cui non sono d’accordo. Ultimamente stiamo assistendo in Rete a una serie patetica di accuse da parte dei megafoni del fango.

Fa pena notare come questo fango venga spalato anche da individui che fanno parte della stessa organizzazione dei tdG, che invece di difenderla, la danno in pasto ai talebani della Rete attraverso notizie e informazioni riservate, con tanto di post e commenti negativi.

Le penne rosse, invece di confutare con argomentazioni valide una dichiarazione o una dottrina, screditano la congregazione mondiale, muovendo una critica alla persona, soprattutto se si tratta di una persona di rilievo nell’organizzazione.

Altre volte, le penne rosse screditano attraverso sottili insinuazioni con frasi allusive: “Se tu conoscessi veramente la cosa, non la penseresti così”, oppure: “Ci credi solo perché hai il paraocchi”.

Sebbene certe critiche personali, possano essere intimidatorie e persuasive, non cascateci: non si può diventare inattivi perché alcuni screditano quel popolo di Dio di cui voi ancora fate parte. Quando lo capirete, che nel momento in cui le penne rosse screditano i tdG, stanno in effetti screditando anche voi? Non cadete in questo errore!

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (6)

  • Bereano Laterale

    |

    Citazione: “confutare con argomentazioni valide una dichiarazione o una dottrina”.
    Quanto sopra NON E’ ATTUABILE nelle congregazioni.

    Reply

    • inattivopuntoinfo

      |

      Può darsi che “non sia attuabile” nelle congregazioni, ma spesso dipende da molti fattori e punti di vista. Per correttezza, la citazione (riferita alle penne rosse) continua dicendo: “screditano la congregazione mondiale, muovendo una critica alla persona, soprattutto se si tratta di una persona di rilievo nell’organizzazione”.

      Reply

      • Bereano laterale

        |

        Circa le penne-rosse che screditano la “persona” o la congregazione mondiale… condivido.
        Io non sto riferendomi a loro.
        Io intendo dire che che non è possibile “confutare con argomentazioni valide una dichiarazione o una dottrina”…
        Ripeto “confutare dichiarazioni o dottrine” cioè quelle che sono “parole di uomini” spacciate come “intendimento”, perchè anche se invii una confutazione validamente argomentata alla Betel come “Domanda dai lettori”, semplicemente viene ignorata (questa è la mia opinione).
        Il corpo direttivo “si autodomanda e si autorisponde” da solo (anche questa è una mia opinione). Per favore … ditemi che non è così !!!

        Reply

  • Cristiana libera

    |

    Bereano, vorrei poterti scrivere che ti sbagli.. sarebbe meno doloroso. Da anni cerco di “argomentare” in modo costruttivo, ma invano. Si richiede da me che torni in sala, presenza e ubbidienza. Ma la mia coscienza è turbata, e quindi rimango inattiva o lontana, ma vicina a Dio. Buona vita!

    Reply

    • Bereano Laterale

      |

      Cara Cristiana libera, anche Giobbe argomentava… e inizialmente non capiva perchè gli succedessero quelle cose. Poi lo capì.
      Satana chiese di provare Giobbe per due volte… e Geova glielo concesse.
      Satana ci provò con Gesù… e (probabilmente) Geova osservò.
      Satana chiese di avere i discepoli per vagliarli come il grano… e (probabilmente) Geova glielo concesse.
      Satana potrebbe aver chiesto di provare tutti noi TdG.. e Geova potrebbe averlo concesso.
      Quindi… nonostante tutto… NON INATTIVIAMOCI, potrebbe essere proprio il gioco di Satana

      Reply

  • Cristiana libera

    |

    Geova non permise che Satana “uccidesse” Giobbe.. e mi fermo qui. Cmq. grazie per la risposta!

    Reply

Lascia un commento

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA