Riflettere sulla Creazione può farti ritornare a Dio?

Si dice che l’opera loda il maestro che l’ha fatta. Queste parole fanno venire in mente Romani 1:20 riguardo al Creatore: «Infatti le sue qualità invisibili — la sua eterna potenza e divinità — si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo, perché si comprendono dalle cose che ha fatto…».

Non si può che rimanere stupiti di fronte alla grandiosità e alla complessità della Creazione. Quando la si osserva bisogna andare oltre ciò che appare ai nostri occhi, si deve vedere la personalità del Creatore. Questo è un modo per sentirsi più vicini a lui.

Ogni artista esprime nelle sue opere la sua creatività e la sua immaginazione. La stessa cosa vale per la natura che è un trionfo di colori, sfumature, leggere tonalità e forti contrasti che lasciano senza fiato. La natura è una sfolgorante bellezza che rispecchia il suo Autore.

Per “dipingere” la Terra, Geova ha usato una ricca varietà di colori non solo per apprezzarne la bellezza ma per farci provare emozioni intense. I meravigliosi colori che Geova ha scelto ci ricordano di giorno in giorno il suo immutabile amore per ogni creatura.

Il mondo è pieno di creature con caratteristiche uniche, in armonia l’une con le altre. Il potere racchiuso nel DNA fa nascere la complessità e la diversità delle varie forme di vita. Cosa sorprendente, il DNA rende possibile le interazioni tra creature completamente diverse tra loro. Più osserviamo la natura più ci accorgiamo che esiste un’armonia profonda nel progetto della vita: piante, animali, uomini, traggono vantaggio da questa collaborazione.

Per un fratello lontano conoscere a fondo la Creazione significa apprezzare il progetto di Geova che è al di là di ogni progetto umano e di ogni immaginazione, superiore a qualsiasi cosa l’uomo abbia mai concepito.

Se sei lontano dalla congregazione, osservare attentamente la Creazione significa cogliere ogni riflesso dei pensieri di Dio, anche quelli che Lui pensa di te. Se qualche bruttura umana ti ha fatto allontanare, rifletti quanto essa sia poca cosa di fronte alla straordinaria bellezza della Creazione e al dono della vita eterna.

Soffermati soltanto un momento e osserva quanta bontà c’è nelle opere di Dio, non esistono due tramonti o due nuvole uguali. Ogni angolo della natura crea nell’uomo stupore e meraviglia. Gli occhi vedono la bellezza, le orecchie sentono i suoni armoniosi, ma soltanto un cuore grande può comprendere che Geova ha fatto ogni cosa per donarla a noi.

Apprezzare la Creazione ci aiuta ad alleviare l’ansia, sposta la nostra attenzione su qualcosa di sicuro, che non svanisce, ci aiuta ad accettare le incertezze della vita, ci ricorda che facciamo parte di qualcosa di grandioso, eterno, di immensamente importante nel meraviglioso proposito di Dio.

Dal tuo sorriso, dai tuoi gesti, dalle tue parole può solo emergere gratitudine per colui che ha fatto ogni cosa. La gratitudine è la capacità di pensare alla vita non come una prova ma come un dono, un regalo perfetto che influisce in modo potente in ogni aspetto della tua vita.

La gratitudine ti permetterà di non essere concentrato troppo su te stesso, né di essere critico, ma di apprezzare la personalità e le qualità di Geova, così che tu possa trovare la forza per ritornare a lui.

Tags: , , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA