Una rete di amici

Secondo un recente studio dà più supporto un gruppo consolidato di amici, che degli amici che non si conoscono fra loro.

Ad esempio, gli amici che condividono la stessa fede hanno più probabilità di venirsi in soccorso. Ci vengono in mente le parole di Paolo: “Finché ne abbiamo la possibilità, dunque, facciamo del bene a tutti, ma specialmente a quelli che appartengono alla nostra famiglia della fede”. (Galati 6:10)

La solitudine da Covid ha accentuato il bisogno di avere veri amici. E chi non le trova e ne soffre le conseguenze, rischia la depressione. Negli ultimi tempi si sono moltiplicate le persone che chiedono assistenza agli psichiatri e psicologi piuttosto che rivolgersi agli ecclesiastici.

Il minor numero di persone che va dagli ecclesiastici a chiedere consigli è un’indicazione che da una parte c’è sempre meno fiducia nelle religioni e, dall’altra, è aumentata la popolarità di libri, articoli di riviste, programmi radiofonici e televisivi di psicologi e psichiatri che dicono come trovare la pace e la felicità in un momento turbolento come questo che stiamo vivendo.

Un’altra ragione per cui molte persone consultano psichiatri e psicologi è che s’interessano di più di quanto appare soddisfacente che di quanto è giusto. Gli psicoterapeuti, spesso non emanano giudizi morali. Per loro, le azioni non sono o giuste o sbagliate, ma sono o salutari o dannose al proprio benessere mentale ed emotivo.

La Bibbia è piena di sani princìpi e buoni consigli. Ad esempio, l’articolo Come combattere la “pandemic fatigue” pubblicato sul sito jw.org, tra i vari consigli, suggerisce di mantenere i contatti con gli amici:

Cosa dice la Bibbia: “Il vero amico […] si dimostra un fratello nei momenti difficili” (Proverbi 17:17).

Perché è importante: I veri amici sono in grado di incoraggiarci (1 Tessalonicesi 5:11). L’isolamento prolungato, invece, non fa bene alla nostra salute (Proverbi 18:1).

Cosa puoi fare: Resta in contatto con i tuoi amici attraverso videochiamate, telefonate, e-mail o messaggi. Quando hai una brutta giornata, chiama i tuoi amici. Contattali regolarmente per vedere se stanno bene. Potreste parlare di come ognuno di voi sta affrontando la pandemia e scambiarvi idee e suggerimenti utili. Fai qualcosa di carino per un amico: questo farà star meglio sia te che lui.

Cosa hanno detto alcuni

“Organizzo delle videoconferenze con i miei amici. A volte mi vedo solo con una persona, altre volte è bello mettere insieme un gruppo per fare un gioco o anche solo per chiacchierare. Anche se non è come vedersi di persona, mi aiuta davvero. La pandemia ha reso la vita più difficile, quindi è importante cercare di stare con gli amici e non nascondere i propri sentimenti. Può non essere facile, ma tutti abbiamo bisogno di aiuto” (Meagan, Canada).

Avere amici fa bene alla nostra salute mentale ed emotiva, ed è particolarmente importante quando non si possono avere contatti diretti con gli altri.

Perciò, chiediti: “Perché dovresti stringere amicizie on line con persone che non conosci per quello che realmente sono?” “Appartengono alla tua stessa fede e ti incoraggiano a non diventare inattivo?” “Oppure ti stanno influenzando a prendere decisioni che sono contrarie a quanto scritto nella Parola di Dio?”.

___

Argomenti simili:

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

inattivo.info

Inattivo.info è un sito aperto nel 2014 ed è rivolto ai testimoni di Geova non più attivi come un tempo e ai responsabili delle congregazioni.

Built by TANOMA